Torino, disinnesco ordigno bellico: le operazioni e le zone interessate



Torino
Foto: Twitter Chiara Appendino - sindaco di Torino

Alle 9 di questa mattina sono iniziate le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico a Torino: molte le zone interessate, in particolare lo spazio aereo

Paralisi (in parte) per la città di Torino. Dalle 9 di questa mattina sono partite le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico da parte dei guastatori del 32esimo Reggimento Genio della Brigata Alpina “Taurinense.

Nel dettaglio – come riporta Rai News – sono diverse le zone interessate all’evacuazione per evitare problematiche. L’ordigno è situato in Via Nizza e la strada è stata interdetta al traffico ed ai pedoni, così come le altre limitrofe come via Valperga Caluso. Interessati anche gli abitanti della ‘zona gialla’, circa 50 mila persone che hanno potuto scegliere liberamente se restare a casa oppure evacuare come gli altri cittadini.

Inoltre, interessato alle limitazioni è anche la metropolitana con le corse regolari fino alle 8:30, prima di essere ‘interrotte’ tra Porta Nuova e Lingotto. Il gruppo torinese trasporti, in tal senso, ha previsto percorsi alternativi per evitare disagi.

Sul luogo del disinnesco, presente prima dell’inizio, anche la Sindaca Chiara Appendino. Alcune dichiarazioni rilasciate via Twitter: Vi terremo aggiornati sugli sviluppi del disinnesco. A tutti i cittadini, l’invito di prestare particolarmente attenzione. La città di Torino resterà paralizzata (in parte) fino al termine delle operazioni.

Leggi anche