torino
Foto: Twitter Torino

Primo tempo soporifero e secondo sulle montagne russe: occasione persa per il Torino e punto guadagnato per la Viola

Ad aprire il girone di ritorno una partita rocambolesca: Torino-Fiorentina termina con 2 gol, 2 espulsioni e ben 3 legni.

Potrebbe interessarti:

La partita

Primo tempo equilibrato al Grande Torino con una Fiorentina che si approccia al match con più convinzione e sembra poter sbloccare il risultato: al 10′ sono gli uomini di Prandelli a sfiorare il vantaggio con il sinistro di Vlahovic che si infrange contro il palo.

In un match che predilige l’attenzione tattica allo spettacolo, il Toro alza i giri e guadagna campo a discapito delle iniziative viola. L’occasione migliore per i padroni di casa arriva a 5 dallo scadere di frazione ed è ancora una volta un legno a impedire il gol: solo la traversa, infatti, non permette a Zaza di dare continuità al proprio score positivo.

Nel secondo tempo accade di tutto: il festival dei cartellini inizia al 61′ quando Castrovilli viene espulso per fallo da ultimo uomo.

L’inferiorità numerica non spaventa la Viola e al 67′, al termine di un’azione da manuale, sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio con Ribery: tocco delizioso di Bonaventura per l’ex Bayern che aggira Dragowski e insacca.

Un’ingenuità di Milenkovic complica ancor di più la partita della Fiorentina e al minuto 71′ si ritrova addirittura in 9 uomini.

Non bastano 26 minuti al Torino per ribaltare la partita: i granata riescono solo ad agguantare il pareggio a 2 dal termine con il solito Gallo Belotti.

Un gol che evita una vera e propria figuraccia agli uomini di Nicola ma che sposta poco per quanto riguarda le zone calde della classifica.

Un punto d’oro, invece, per la Fiorentina che ha dimostrato ancora una volta di star beneficiando della cura Prandelli.

Letture Consigliate