Tradimento
Tradimento, un male necessario

Tradimento: la certezza del nuovo millennio. L’Università del Texas in uno studio recente ha affermato che le donne che tradiscono lo fanno per avere un’alternativa nel caso in cui una relazione dovesse fallire

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Tradimento: la certezza del nuovo millennio. Beh, non occorreva certo uno studio specifico per comprendere questo concetto. Ma l’Università del Texas ha pensato di condurne uno, e i risultati sono piuttosto insoliti. Questo studio, infatti, afferma che le donne che tradiscono lo fanno per avere un’alternativa nel caso in cui una relazione dovesse fallire. Di conseguenza, la tendenza al tradimento particolarmente marcata nel sesso femminile, avrebbe motivazioni riconducibili direttamente all’innato desiderio di riprodursi, e quindi di cercare un compagno idoneo con cui farlo.

David Buss, uno degli ideatori dello studio, che è stato pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, afferma come “la monogamia lunga tutta la vita non caratterizza le principali strategie di accoppiamento degli esseri umani. Rompere con un partner e sceglierne un altro può al contrario caratterizzare la comune e forse principale strategia di accoppiamento”. Quindi il tradimento funzionerebbe come una assicurazione per il futuro della specie, in poche parole. In particolare viene teorizzato come le donne, proprio per questo, quantifichino il valore del proprio compagno confrontandolo con quello di altri.

Il tradimento, o meglio, come viene chiamato nello studio, lamate switching hypothesys” suggerisce che queste ragioni, nel corso dell’evoluzione, abbia iniziato a riguardare pian piano anche le donne. In principio erano gli uomini ad essere in qualche modo assolti da questa spiegazione “antropologica”, ma adesso anche il gentil sesso può gioire. Il tradimento viene perpetrato al fine di continuare la specie, non ce la prendiamo!

[ads2]

Letture Consigliate