Il Presidente americano Trump ha presentato il programma Operation Legend con cui intende affiancare alla polizia locale agenti federali

Nella giornata di oggi, il Presidente americano Donald Trump sostenuto dal procuratore generale degli Stati Uniti William Barr, ha lanciato il programma Operation Legend con cui intende affiancare alla polizia locale agenti federali, chiamati a sedare l’ondata di violenza che sta interessando il Paese, sospeso tra due fuochi: il Coronavirus, e le proteste per la morte di George Floyd.

“Il mio compito come Presidente è quello di proteggere gli americani, questo bagno di sangue deve finire“, ha detto il tycoon che tuttavia ha incassato la ferma opposizione di quindici sindaci democratici che in una lettera hanno definito l’idea di Trump di affiancare agenti federali alla polizia locale senza l’approvazione dei governi locali “un abuso di potere” che ci si aspetterebbe da un regime autoritario e non dalla democrazia.

Trump tuttavia tiene il punto e definisce i sindaci di ispirazione  democratica del Paese come “estremisti” e “schiavi della sinistra radicale che vuole tagliare i fondi e abolire la polizia”.

Il netto no al taglio dei fondi alla polizia (e alla redistribuzione degli stessi a favore di servizi sociali) è uno dei punti nevralgici della campagna elettorale dell’inquilino della Casa Bianca verso la rielezione, resa sempre più incerta dall’ascesa di Joe Biden. Secondo un sondaggio di Washington Post/Abc, almeno su questo il 60% degli americani è d’accordo con lui. Basterà a ipotecare il secondo mandato?