Unioni civili, chiesta la fiducia

unione civile

Unioni civili il ministro Boschi chiede la fiducia per il Ddl Cirinnà. Scettiche le opposizioni

Unioni civili, il ministro delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, ha posto la fiducia in aula alla Camera sul disegno di legge sulle unioni civili, per quanto riguarda testo “gemello” di quello approvato dalla commissione Affari costituzionali e già votato dal Senato.

Si vota mercoledì alle 14,10 con le dichiarazioni di voto previste alle 14:30. La decisione di porre la fiducia viene così spiegata: “Sulle unioni civili abbiamo messo la fiducia perché siamo convinti che il testo del Senato va approvato così e, visti i toni di un pezzo di opposizione, non sembra che la discussione avrebbe portato nulla di positivo. È una grande legge attesa da milioni di italiani, rispondiamo a loro e non ad altri”.

Il ministro Boschi pone la fiducia sulle unioni civili
Il ministro Boschi pone la fiducia sulle unioni civili

Dure le proteste delle opposizioni ma anche tante le polemiche, come ad esempio quella suscitata dalle affermazioni del candidato sindaco di Forza Italia Alfio Marchini, che ha già dichiarato che, da primo cittadino della capitale, qualora vincesse, non intende celebrare le unioni gay.

L’ideatrice del Ddl ha dichiarato che: “Se Marchini, come ha annunciato, non celebrerà le unioni civili tra persone dello stesso sesso non soltanto andrà contro i diritti dei cittadini romani, ma anche contro una legge dello Stato con tutte le conseguenze civili e penali”.