L’uscita infelice dei Nobraino sui migranti morti



band nobraino

Sul web impazza la polemica per un post sulla pagina Facebook dei Nobraino riguardo i 700 migranti morti nel Canale di Sicilia. Roy Paci attacca la band

Tra le tante polemiche scaturite su Internet successive al dramma che si è consumato vicino le coste siciliane emerge in queste ore quella scatenata dalla band indie dei Nobraino.

Ieri pomeriggio sulla loro pagina Facebook è apparso un post quantomeno ambiguo che recitava testuale: “Avviso ai pescatori: stanno abbondantemente pasturando il Canale di Sicilia, si prevede che quelle acque saranno molto pescose questa estate”. Il post ha subito nelle ore diverse modifiche ed è poi diventato “La realtà è di cattivo gusto”, ma ormai il fiume di commenti inorriditi aveva già invaso la fanpage del gruppo indie.

11174997_10204934682461630_3019409334381200540_nQuello che ha scatenato maggiormente i fans è stato il fatto di aver modificato il post cambiandone il senso. Molto probabilmente per spegnere la polemica sul nascere sarebbe bastato un tempestivo post di scuse dell’autore della battuta infelice che, a quanto pare, trattasi del chitarrista Néstor Fabbri.

A ingarbugliare ulteriormente detta situazione ha contribuito anche il fatto che la pagina Facebook dei Nobraino è collegata in automatico al profilo Twitter del frontman Lorenzo Kruger: un dettaglio poco professionale per una delle migliori band italiane in circolazione, che fino a ieri aveva fatto parlare di sé solo per la buona musica prodotta. Chissà se basterà ciò a placare l’ira di Roy Paci, uno degli organizzatori del Primo Maggio a Taranto, che avrebbe dovuto ospitare i Nobraino. L’artista siciliano ha infatti messo in pesante dubbio la loro presenza al concerto tarantino: “La vostra realtà non è di cattivo gusto, ma decisamente vergognosa. Dopo il vostro schifoso post di quest’oggi, prevedo che non calcherete il palco del #unomaggiotaranto. Noi abbiamo una dignità da difendere”.

11088853_1592906887587741_2395610203559908294_n(2)Stamane il frontman della band ha provato a metterci una pezza con un post sulla fanpage della band: “Buongiorno a tutti, qui Lorenzo Kruger. Torno ora da un week-end di concerti e purtroppo solo ora mi accorgo di cosa sta succendendo. Ogni Nobraino si esprime su questa pagina come crede, mi pare di capire che ci sia stato un fraintendimento, ma non sono qui giustificare l’autore, ci penserà lui stesso. Io devo invece chiedere scusa perché un post sulla pagina dei Nobraino ha ferito la sensibilità delle persone; il momento è delicato, il silenzio è impossibile, ogni parola è di troppo. Scusate davvero”

Nel pomeriggio di oggi sono arrivate le scuse di Néstor Fabbri, chitarrista della band e autore del discusso post: “Il cinismo come reazione a qualcosa che altrimenti non riesco più a sopportare; volevo farvi leggere un bell’articolo, ho finito con l’offendere la sensibilità collettiva“.

Leggi anche