pfizer
immagine da Pixabay

Il Direttore della Prevenzione del Ministero della Salute approva l’utilizzo del vaccino Astrazeneca anche su altre categorie. Vediamo quali

Il Direttore del dipartimento di Prevenzione del Ministero della salute, Gianni Rezza, ha firmato una circolare che sancisce la possibilità di somministrare il vaccino Astrazeneca anche per la popolazione degli over 65.

Potrebbe interessarti:

Le argomentazioni che favorirebbero l’utilizzo del vaccino sugli over 65 consisterebbero nella capacità del vaccino di proteggere la salute da eventuali aggressioni del virus Sars-coivìd 2, nonchè di impedire le forme più gravi indotte dal covid-19.

Tuttavia nella circolare resta ancora aperto il problema della somministrazione del vaccino sugli over 65 affetti da particolari patologie e sulle persone particolarmente vulnerabili a causa di immunodeficienza o altri fattori di rischio concomitanti. Per quest’ultima categoria si invece pensa di continuare la somministrazione dei vaccini ad RNA messaggero.

Le considerazioni sull’uso di non destinare il vaccino Astrazeneca solo ad una più esigua fascia della popolazione nasce dall’esigenza di reperire vaccini sul mercato e dal buon profilo di sicurezza dimostrato dal vaccino Astrazeneca.

Inoltre alla luce della diffusione delle nuove varianti del coronavirus in Italia, si rende indispensabile l’entrata in scena di un’altra casa produttrice di vaccini capace di sostenere le insufficienti forniture. A tal proposito si ricorda che l’azienda Adienne Pharma&Biotech ha siglato l’accordo per la produzione del vaccino russo in Italia in attesa dell’approvazione dell’Ema.

Letture Consigliate
Articolo precedenteEstrazione Million Day di oggi, lunedì 8 marzo 2021: i numeri vincenti
Prossimo articoloBollettino Coronavirus 8 marzo 2021: superate le 100 mila vittime in Italia
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.