pfizer
immagine da Pixabay

L’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech, che produrrà il vaccino Sputnik in Italia, si dice pronta a fornire 10 milioni di dosi da luglio 2021 al gennaio 2022

Con la firma del primo accordo per la produzione del vaccino Sputnik, l’Italia si candida a diventare il primo paese europeo che gestirà la produzione locale del vaccino russo. Lo hanno firmato il fondo sovrano statale russo che detiene il brevetto del vaccino, il Russian Direct Investment Fund, e l’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech, che produrrà il vaccino in due stabilimenti, in Lombardia e nel Centro Italia. Ad annunciarlo, la Camera di Commercio Italo-Russa, che spiega all’AGI come “una volta approvato il vaccino dall’Ema, le dosi prodotte saranno interamente distribuite sul territorio italiano“.

Potrebbe interessarti:

Secondo l’accordo, la partnership permetterà di avviare la produzione del vaccino già dal mese di luglio 2021. “L’obiettivo finale è di arrivare a produrre 10 milioni di dosi in Italia entro la fine dell’anno. Le autorità russe stanno lavorando ad oltre 20 progetti di collaborazione in Europa e il vaccino Sputnik V è già stato registrato in oltre 45 nazioni al mondo”, spiega la Camera di Commercio italo-Russa (Ccir).

“Gli incontri, promossi dalla Camera di Commercio italo-russa, hanno avuto lo scopo di identificare alcuni partner strategici in Italia per predisporre la produzione del vaccino Sputnik V sul territorio italiano utilizzando le conoscenze e le eccellenza italiane dell’industria italiana del farmaco per fronteggiare la crescente richiesta di dosi dei preparati vaccinali”, spiega ancora la Camera di Commercio.

Nella Repubblica di San Marino il vaccino prodotto dalla Russia è già realtà. Solo la scorsa settimana è iniziata la campagna di somministrazione delle dosi.

Lo Sputnik V è stato approvato in 45 Paesi: Russia, Bielorussia, Argentina, Bolivia, Serbia, Algeria, Palestina, Venezuela, Paraguay, Turkmenistan, Ungheria, Emirati Arabi, Iran, Guinea, Tunisia, Armenia, Messico, Nicaragua, Bosnia ed Erzegovina, Libano, Myanmar, Pakistan, Mongolia, Bahrain, Montenegro, Saint Vincent e Grenadine, Kazakistan, Uzbekistan, Gabon, San Marino, Ghana, Siria, Kirghizistan, Guyana, Egitto, Honduras, Guatemala, Moldova, Slovacchia, Angola, Congo, Gibuti, Sri Lanka, Laos e Iraq.

Letture Consigliate