Westbrook ritrova Harden, clamoroso scambio Rockets-Thunder



screenshot da YouTube NBA

Un clamoroso scambio travolge la NBA. Russell Westbrook va ai Rockets in cambio di Paul e due scelte al primo giro nel 2024 e 2026

Houston va all-in. Dopo aver accarezzato negli ultimi anni il sogno di approdare alle Finals senza riuscire mai a compiere lo step decisivo, gli Houston Rockets tentano il tutto per tutto. Nella notte è stato raggiunto l’accordo per il trasferimento in Texas di Russell Westbrook dagli Oklahoma City Thunder in cambio di Chris Paul, 2 scelte al primo giro del Draft 2024 e 2026 e la possibilità di scambiare altre due scelte nel 2021 e 2025.

Prezzo salato da pagare ma più che giustificato per un giocatore che nel suo palmares conta un oro olimpico, 8 convocazioni all’All Star Game e il titolo di MVP nella stagione 2016-2017. Westbrook è inoltre l’unico giocatore nella storia della NBA a finire una stagione con una tripla doppia di media per ben tre volte. Westbrook e Harden tornano compagni di squadra a distanza di 7 anni, dopo che “il barba” aveva lasciato i Thunder per affermarsi come leader indiscusso ai Rockets. Lo scambio è stato fortemente voluto dallo stesso Westbrook che, dopo l’addio di George, ha fatto pressioni sul GM dei Thunder Sam Presti per lasciare anche lui la squadra e la città di cui era diventato il simbolo. I Thunder, nuova casa del nostro Danilo Gallinari, hanno ora molte scelte alte nei prossimi Draft per provare a costruire da zero una nuova squadra con ambizioni di playoffs.

La coppia Westbrook-Harden è una delle più affascinanti di tutta la lega ma restano forti dubbi sulla effettiva possibilità di coesistenza tra i due. Entrambi i giocatori sono dei fenomeni ma sono anche degli straordinari solisti. Coach D’Antoni dovrà lavorare molto, soprattutto a livello tattico e psicologico, per convincere ognuno dei due a fare un piccolo passo indietro per il bene della squadra ma non ci sono dubbi sul fatto che Houston, da stanotte, sia diventata una delle favorite alla vittoria del prossimo titolo NBA.

Leggi anche