Si è assegnato ieri a Zurigo il Pallone d’Oro 2014 e il FIFA World Coach Of The Year For Women’s Football. A salire sul podio più alto sono Ralf Kellermann e Nadine Kessler, allenatore e centrocampista, nonché capitano, del Wolfsburg

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Ancora una volta, come lo scorso anno, è la Germania a portare a casa gli ambiti premi.

Ralf Kellermann, miglioro allenatore del 2014
Ralf Kellermann, miglior allenatore del 2014

Il premio come miglior allenatore dell’anno è andato a Ralf Kellermann, tecnico del Wolfsburg, con cui ha vinto due Champions League consecutive e due scudetti. Kellerman ha battuto Meinert Maren, allenatrice della Germania Under 20, e il CT del Giappone Sasaki Norio.

“Vorrei dire grazie a un gran numero di persone – commenta Kellermann – Purtroppo ho preso un premio individuale per uno sport di squadra. Alla luce della tragedia di Junior Malanda (giocatore 20enne scomparso a causa di un tragico incidente, militava nella formazione maschile, ndr), si può capire che non farò un lungo discorso”.

Nadine Kessler capitano del Wolfsburg vicnitrice del Pallone d'Oro
Nadine Kessler capitano del Wolfsburg, vincitrice del Pallone d’Oro

Va sempre in casa Wolfsburg il Pallone d’Oro. Ad aggiudicarsi l’ambito premio è Nadine Kessler, centrocampista e capitano della formazione tedesca che in due anni è diventata una vera bestia nera per le squadre della Bundesliga e non solo.

Le Kessler oltre a essere importante con il proprio club è stata una delle protagoniste della cavalcata della Germania nelle qualificazioni al Mondiale, mettendo a segno 5 reti in sei partite.

“Il mio cuore batte così veloce! Quella di Junior Malanda è una vera tragedia, non riusciamo ancora a rendercene conto. Vorrei ringraziare un gran numero di persone, il mio allenatore, le mie compagne di squadra – commenta la neo vincitrice del Pallone d’Oro – senza il loro lavoro questo risultato non sarebbe stato possibile. Voglio condividere questo premio con tutte quelle persone”.

[ads1]

Stephanie Roche non riesce nell’impresa di vincere il FIFA Puskàs Award: la giocatrice è arrivata seconda alle spalle del colombiano James Rodriguez e davanti a Van Persie.

Letture Consigliate