Coronavirus Zona Arancione

L’obiettivo è tenere sotto controllo le varianti Covid: la conferenza delle Regioni potrebbe chiedere questo pomeriggio zona arancione per tutti

Il Presidente della conferenza delle Regioni nonchè governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini ha convocato per oggi pomeriggio alle 17 una riunione con i suoi omologhi delle altre Regioni per concordare una strategia comune di contrasto al Covid-19:il risultato potrebbe essere un documento presentato al Governo che ponga tutta Italia in zona arancione dal 25 Febbraio, data in cui cadrebbe il divieto di spostamento tra le Regioni. Non tutti i Governatori sono però d’accordo con questa linea: Toti (Liguria), per esempio, bolla come insostenibile un nuovo periodo in zona arancione e chiede che le misure siano calibrate su base provinciale.

Potrebbe interessarti:

Toccherà poi al Governo di Mario Draghi esprimersi: confermerà il divieto di spostamento tra Regioni o darà il proprio placet alla libera circolazione sul territorio nazionale? Opterà per misure di contenimento unitarie o, in linea con il suo predecessore Giuseppe Conte, continuerà ad adottare il sistema a fasce?

Nel frattempo, mentre si moltiplicano gli appelli degli esperti a limitare al massimo gli spostamenti, altra questione riguarda il metodo: capiremo tra qualche giorno se Draghi deciderà di continuare ad avvalersi dello strumento del Dpcm o se per stabilire il divieto di spostamento tra Regioni (e una zona arancione generalizzata), ricorrerà ad un decreto, che dovrà essere poi attuato dai Ministeri e dai Governatori delle Regioni con specifiche ordinanze.

Letture Consigliate