Gamearcord: World of Warcraft, il gioco di ruolo online #9

world of warcraft

Siamo arrivati al nostro penultimo appuntamento con #Gamearcord. I videogames, ad inizio anni 2000, sono in continuo mutamento: anch’essi seguono l’innovazione tecnologica. Ed ecco che entra in gioco il gaming online

project adv

Il più venduto

Che l’evoluzione tecnologica abbia influenzato praticamente ogni cosa esistente al mondo è chiaro. Che essa avesse potuto influenzare così ampiamente i videogames era ancor più chiaro e scontato. Il passaggio dal gioco frontale a quello online avviene con una rapidità imbarazzante. Ed ecco che mostri sacri come Travian o World of Warcraft fanno la propria fortuna. Parliamo chiaramente. Abbiamo analizzato i videogames più influenti, più venduti e più apprezzati, ma qui abbiamo a che fare con quello più giocato al mondo. World of Warcraft è il videogame dalla più grande visibilità mondiale che raggiunge il maggior numero di utenti possibile e che ne coinvolge altrettanti. Senza soffermarci, inizialmente, sulla struttura del gioco, c’è da analizzare l’impatto sociale dello stesso. Data la sua notorietà, molti sono stati gli studi sociali condotti dalle università più famose del mondo.

Un gruppo di ricercatori delle Università di Boston e del New Jersey ha studiato le modalità di diffusione di un’epidemia mortale all’interno della comunità di multiplayer online, noto come incidente del Corrupted Blood: a causa di un errore di programmazione, una meccanica di gioco che simula una malattia trasmissibile per contatto, implementata per un incontro con un boss di alto livello, è fuoriuscita dal ristretto ambito per cui era stata pensata e si è diffusa tra i personaggi nel resto del mondo virtuale. I comportamenti e gli spostamenti attuati per “proteggere” i propri personaggi simulerebbero verosimilmente il comportamento delle grandi masse allo scoppiare di un’epidemia. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista The Lancet Infectious Diseases“. A parte questo particolare, è nota la “malattia” derivante da questo videogame. Molti sono stati i casi di dipendenza che hanno raggiunto dei picchi inarrivabili.

La struttura

Il grande successo del videogioco è dovuto alla struttura. Essa segue le linee tradizionali dei videogames di ruolo online. Il giocatore interagisce in un mondo virtuale tramite un proprio avatar, creato all’inizio dell’avventura. Tramite missioni, che vengono in maniera consequenziale, date dalla piattaforma stessa, si può migliorare ed equipaggiare il proprio avatar con la speranza di raggiungere una forza sempre maggiore per poter dominare l’universo di ambientazione. La parte rivoluzionaria del gioco è che, mentre in altri videogames l’upgrade del proprio avatar può essere molto lento e logorante, in World of Warcraft il tutto avviene velocemente, con un ritmo incalzante, che non ti permette di staccarti dal laptop o pc.

Insomma, siamo quasi in dirittura d’arrivo. Anche il gaming online è stato esplorato, grazie al videogioco più utilizzato nel mondo. Quale sarà il videogame narrato nel nostro decimo appuntamento? Continuate a seguirci e lo scoprirete.

Video del giorno