Marocco, polizia ferma matrimonio della sposa bambina

Marocco, fermato matrimonio tra una bambina di 13 anni e un ventisettenne. La polizia li sorprende grazie alle foto postate dagli invitati su Facebook

matrimonio

Marocco, fermato matrimonio tra una bambina di 13 anni e un ventisettenne. La polizia li sorprende grazie alle foto postate dagli invitati su Facebook

project adv

Era tutto pronto per il matrimonio a Tetouan, piccola cittadina a nord del Marocco; ma le immagini postate dagli invitati su Facebook hanno scatenato l’indignazione sui social. E proprio questa indignazione ha spinto la polizia a fermare il matrimonio tra una tredicenne e un ventisettenne.

Dalle prime foto del matrimonio si notava questa ragazzina, chiaramente minorenne, in abito bianco e a seguito delle segnalazioni su Facebook la polizia irrompe al Palazzo dei Fiori, noto albergo per cerimonie della cittadina, tra lo sgomento degli invitati, i quali sono stati rimandati a casa.

La madre della tredicenne avrebbe dichiarato che la ragazzina era consenziente e che nessuno l’avrebbe obbligata. Ma dal 2004 la Moudawana, la legge marocchina sul diritto di famiglia, prevede che per convogliare a nozze serva la maggiore età. A questo punto la madre si sarebbe difesa dicendo che la cerimonia che si stava consumando fosse la festa di fidanzamento tra i due in attesa della maggiore età della sposa. Ma, anche a seguito di questa affermazione, la polizia ha comunque deciso di interrompere l’evento, rimandando a casa tutti gli invitati.

Video del giorno