Ultime notizie
Home » ZON Magazine » ZON Music » Sanremo 2017, a meno di una settimana dall’inizio tutto ciò che c’è da sapere
Sanremo

Sanremo 2017, a meno di una settimana dall’inizio tutto ciò che c’è da sapere

Dal 7 all’11 febbraio l’Ariston riapre le porte al Festival di Sanremo. Ecco un resume di tutto quello che c’è da sapere riguardo alla nuovissima edizione 2017 targata Carlo Conti e Maria De Filippi: dai big al regolamento, fino al programma delle serate, senza dimenticare gli attesissimi ospiti

Sanremo si farà?

Sanremo si farà, seppur tra qualche polemica di troppo legata alla storia remunerativa dei conduttori e nonostante i drammi recenti che hanno stravolto il nostro paese ad inizio anno. All’Ariston fremono i preparativi per il 67° appuntamento con la competizione canora che partirà martedì 7 febbraio per concludersi come di consueto il sabato successivo, con la serata finale dell’11 febbraio.

Perché? “Perché Sanremo è Sanremo” cita l’intramontabile claim della kermesse più seguita al mondo, ma anche perché come ricorda Carlo Conti, oggi al timone del suo 3° Festival, “Il Carrozzone va mandato avanti e la musica deve continuare”.

Motivazioni che hanno convinto in pochi, perché in tanti hanno sostenuto e creduto in un possibile  boicottaggio del Festival che anche quest’anno ha avuto la meglio con un regolamento in parte stravolto e con l’aspettata “inaspettata” co-conduzione della regina di Mediaset Maria De Filippi.

La conduzione Conti-De Filippi

L’inedita coppia che è un po’ una metaforica fusione tra emittenti televisive da sempre in una agguerrita concorrenza, calcherà lo stesso palco per tutta la durata del Festival e dovrà sedare aspettative di pubblico altissime. Non sono ammessi errori, quel che non deve mancare a Sanremo 2017 è la perfezione nella conduzione, anche se, come spesso accade, l’emozione gioca brutti scherzi.

I big in gara

Al Bano – Di rose e di spine. Vincitore in coppia con Romina Power del Sanremo 1984, torna sul palco per la sua quindicesima volta.

Elodie – Tutta colpa mia. Seconda ad Amici 2015 è tra le più quotate alla vittoria.

Paola Turci – Fatti bella per te. Ottava volta in gara, ha vinto nel 1989 nella categoria Emergenti.

Samuel – Vedrai. Frontman del gruppo dei Subsonica. Con la sua band aveva gareggiato già nel 2000, tenta il colpaccio da solista.

Fiorella Mannoia – Che sia Benedetta. Ha debuttato a Sanremo  nel 1981, dopo 35 anni di distanza si ripresenta all’Ariston ed inserirla tra i favoritissimi per la vittoria è inevitabile.

Nesli e Alice Paba – Do retta a te. Lei è la vincitrice di The Voice 2016, lui è il rapper ribelle e romantico, nonché cantautore e produttore.

Michele Bravi – Il diario degli errori. Ex talent, ha partecipato alla 7° edizione di X Factor, si presenta a Sanremo per la prima volta.

Fabrizio Moro – Portami via. È giudice ad Amici, ma soprattutto è un animale da Sanremo, è qui che con il brano provocatorio Pensa ha iniziato la sua carriera, torna all’Ariston per la quarta volta.

Giusy Ferreri – Fatalmente male. A Sanremo ha trovato la sua consacrazione dopo che aveva vinto X Factor.

Gigi D’Alessio – La prima stella . Ci prova per la quinta volta e ci si chiede se sia quella buona.

Raige e Giulia Luzi – Togliamoci la voglia. Lei è la bravissima Giulietta di David Zard, lui il rapper dei OneMic.

Ron – L’ottava meraviglia. Ventuno anni fa trionfava a Sanremo in duetto con Tosca. Dopo 7 volte all’Ariston vuole tornare a fare la differenza.

Ermal Meta – Vietato morire. Scrive per i grandi della musica italiana, eppure è sempre restato nell’ombra. L’anno scorso la rivelazione tra i giovani, quest’anno la svolta?

Michele Zarrillo – Mani nelle mani. A Sanremo è di casa, dopo ben 12 partecipazioni, quest’anno ripone tutto nelle “mani” di giurie e pubblico.

Lodovica Comello – Il cielo non mi basta. Sconosciuta ai più, ma ai più adulti, perché tra i giovanissimi è il volto di Francesca nella telenovela argentina di successo Violetta.

Sergio Sylvestre – Con te. È il vincitore di Amici 2016 e minaccia di superare Conti in altezza. Il gigante buono di Mediaset vuole stregare tutti in platea.

Clementino – Ragazzi fuori. È senza troppi indugi il miglior freestyler italiano e da sempre celebra il meglio dell’underground napoletano in musica.  

Alessio Bernabei – Nel mezzo di un applauso. La carriera da solista dopo aver lasciato i Dear Jack gli ha portato bene, visto che ha già partecipato al Festival l’anno scorso.

Chiara – Nessun posto è casa mia. Anche lei tra la schiera dei Talent, è vincitrice di X Factor e non solo, era infatti a Sanremo già nel 2015.

Francesco Gabbani – Occidentalis Karma. Il motivetto della sua Amen che ha trionfato tra i giovani nel 2016 riecheggia ancora in tanti orecchi.

Bianca Atzei – Ora esisti solo tu. Dal 2015 è la sua seconda volta.

Marco Masini – Spostato di un secondo. Da emergente ha vinto nel 1990, da big ha trionfato nel 2004 con l’indimenticabile Uomo volante.

Il regolamento

Dal sito ufficiale della Rai si apprendono modifiche inerenti lo svolgimento della competizione a partire dai numeri: a Sanremo 2017 i cantanti in gara per la sezione Campioni saranno 22 e non più 20 come nelle recenti edizioni timonate da Carlo Conti. Per quanto riguarda la categoria Nuove proposte, o come ama definirla il suo conduttore, Sanremo Giovani, ascolteremo soltanto 8 canzoni.

Prima e Seconda serata

Durante la serata del 7 febbraio che è quella che celebra l’apertura di Sanremo 2017, delle 22 canzoni previste per la categoria big, il pubblico ne ascolterà la metà, la restante parte verrà riversata nella scaletta di mercoledì 8. Dopo il  primo ascolto si darà spazio come da tradizione al sistema delle eliminazioni, quest’anno supportato da un tris di valutazioni date dal pubblico, dal televoto e dalla giuria sala stampa.

I pareri espressi dalle tre differenti porzioni valutative daranno vita ad una classifica parziale fatta visionare durante le prime due serate. I primi 8 nomi verranno ammessi direttamente alla quarta serata, mentre gli ultimi 3 piazzamenti dovranno giocarsi il tutto per tutto nel girone eliminatorio di giovedì 9 febbraio, per un totale di 6 eliminati provvisori e 16 semifinalisti.

I giovani potranno esibirsi già durante la seconda serata e con lo stesso metodo eliminatorio dei Campioni: delle 4 canzoni eseguite, soltanto 2 avranno accesso diretto alla finale di venerdì 10.

Terza serata – cover ed eliminazioni provvisorie

Il terzo appuntamento come da manuale prevede la serata dedicata alle cover con le performance dei 16 Campioni classificati, mentre i 6 eliminati temporaneamente non avranno accesso a questo tipo di esibizione, ma potranno riproporre alle orecchie di pubblico e giuria il proprio brano originale per sperare nel ripescaggio. Dei 6 provvisoriamente eliminati, i 4 più votati si guadagneranno l’accesso alla quarta serata, mentre le due canzoni restanti saranno mandate a casa in via definitiva.

E veniamo alle Nuove proposte. Ancora nella terza serata, si potranno ascoltare le restanti 4 canzoni dei giovani emergenti e le 2 più votate andranno di diritto alla finale della quarta serata.

Quarta serata – Eliminazioni definitive

Serata decisiva per le sorti della gara, delle 20 canzoni ascoltate nuovamente ( questa volta a voto azzerato) le prime 16 accederanno alla finalissima di sabato 11, mentre le ultime 4 verranno definitivamente eliminate. Le votazioni verranno effettuate tramite i giudizi espressi da televoto, giuria esperti e giuria demoscopica.

Sempre venerdì verranno riascoltate le 4 canzoni dei giovani con la decretazione del vincitore di Sanremo 2017 per la sezione Nuove proposte.

La finalissima

A votazioni azzerate, durante la serata conclusiva di Sanremo 2017, delle 16 canzoni ancora in gioco verranno isolate le prime 3 posizioni (attraverso lo stesso sistema di votazione delle precedenti serate) messe nuovamente al giudizio del sistema misto che a partire da un ulteriore abbattimento dei voti sin lì sommati, decreterà il vincitore della 67° edizione.

Gli Ospiti: apre Tiziano Ferro e chiude Zucchero, senza dimenticare Totti

Toccherà a Tiziano Ferro e Carmen Consoli in coppia con la canzone “Il Conforto” ad aprire le danze martedì sera. A salire sul palco dell’Ariston saranno: Ricky Martin, Giorgia, Mika, Rag’N’Bone Man e Robbie Williams. Chiuderanno invece la serata finale Zucchero e Alvaro Soler. La parte divertente è stata affidata invece a Paola Cortellesi e ad Antonio Albanese, mentre mercoledì dovrebbe esserci il pupone nazionale Francesco Totti. Attesissimo lo strapagato Keanu Reeves, così come c’è curiosità per l’apparizione pubblica di Raoul Bova con la sua fidanzata Rocio Munoz Morales, tra l’altro ex valletta al Festival.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Antonella Esposito

Antonella Esposito
Specializzata in Comunicazione pubblica e d'impresa e laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Animata da una forte passione per la scrittura critica. Segue con interesse musica, cinema e teatro.

Check Also

Dario Miedico

Dario Miedico, paladino antivaccini, radiato dall’albo

Dopo Roberto Gava un altro dei cosiddetti paladini antivaccino, l’epidemiologo Dario Miedico, è stato radiato …