Papa Francesco Abusi
Immagine tratta da Pixabay

Il cardinale Reinhardt Marx ha presentato le sue dimissioni per i casi di abusi sessuali in Germania. Il suo era un ruolo preponderante

Un nuovo terremoto in Vaticano. Il cardinale tedesco Reinhardt Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga, ha presentato le dimissioni a Papa Francesco. Questo per il suo ruolo nei casi di abusi sessuali nella Chiesa cattolica in Germania, che ha definito una “catastrofe”. Marx non ha citato alcun caso in particolare. Ha detto, però, di essersi “sentito colpevole e responsabile per aver taciuto, per non aver agito in fretta e per essersi preoccupato in maniera eccessiva di tutelare la reputazione della Chiesa.

Potrebbe interessarti:

Un gesto che è risultato piuttosto insolito per gli alti funzionari della Chiesa cattolica. Solitamente, infatti, non si espongono in maniera troppo chiara rispetto alle accuse e ai casi di abusi sessuali. Il Vaticano non ha ancora detto se il Papa accetterà le dimissioni di Marx. Permangono, dunque, alcuni dubbi per quel che riguarda il ruolo dell’arcivescovo all’interno dell’organizzazione ecclesiastica. Il cardinale, però, ha detto che Papa Francesco gli ha chiesto di continuare a ricoprire il suo ruolo finché non prenderanno una decisione.

La consapevolezza degli scandali sessuali legati alla Chiesa cattolica in Germania era cresciuta dopo la diffusione di un rapporto commissionato dalla Conferenza episcopale tedesca nel 2018. In quest’ultimo anno, erano stati evidenziati più di 3.600 casi di abusi sessuali compiuti da parte di più di 1.600 membri della Chiesa nell’arco di circa settant’anni. Un numero che decisamente non rende giustizia alla fazione clericale, e anzi la debilita ulteriormente.

Letture Consigliate