Accadde Oggi, il 22 Giugno del 1906 nasceva Billy Wilder



Billy Wilder Accadde Oggi
Screenshot da YouTube

Nell’Accadde Oggi odierno, c’è spazio per uno dei mostri sacri di Hollywood. Parliamo di Billy Wilder, indiscusso erede di Lubitsch

Celebriamo, in questo Accadde Oggi, uno dei pilastri fondamentali della storia del cinema. Cinquant’anni di carriera, 30 film, 75 sceneggiature, 7 Oscar più una decina tra Golden Globe, Leoni d’Oro, David di Donatello e Grand Prix de Cannes. Roba di “poco”, insomma. Eppure, Billy Wilder non è stato solamente un vincitore, né solo un maestro. Nell’Accadde Oggi dedicato a lui, celebriamo anche l’incredibile capacità di riformare generi ormai già consolidati come il noir e la commedia. Come? Attraverso una feroce critica sociale perpetrata in maniera sempre intelligente e leggera.

Billy Wilder è stato pungente, ironico, forse anche un po’ cattivo nei confronti del mondo del cinema e dei suoi miti (come mostra anche uno dei suoi capolavori, Viale Del Tramonto). Eppure, è stato indispensabile per comprendere a pieno gli Stati Uniti che diventavano pian piano una potenza mondiale. Soprattutto, è stato fondamentale per osservare i valori e il loro stile di vita con aria disincantata e per riuscire a tradurre in chiave leggera i vizi, le ambiguità, gli inganni e i compromessi della gente americana.

Ha giocato sapientemente con gli stereotipi della commedia, ha ridimensionato e drasticamente capovolto il mito “della frontiera”, dell’uomo americano degli anni ’50, sempre sorridente e mai in difficoltà. Ha inventato (praticamente) un genere fondamentale: il noir. Un maestro nel mettere in evidenza quello che di inconfessabile e immorale cerchiamo di nascondere di noi. Ha ridicolizzato il perbenismo, è stato autore un po’ spudorato e critico acuto di un mondo solo in apparenza rosato e scintillante.

E così, quando si ritirò dalle scene definitivamente nel 1981, dopo il suo ultimo Buddy Buddy, sapeva di aver adempiuto pienamente al suo dovere. Quello di aver dato spolvero ad un cinema puro, essenziale, che da nessun altro autore sarebbe stato creato.

Tanti auguri, Billy. E buon “Accadde Oggi”.

Leggi anche