Alberto Arbasino: è morto il celebre scrittore e giornalista



alberto arbasino
immagine da pixabay

Alberto Arbasino  si è spento all’età di 90 anni. Lo scrittore e giornalista di Voghera se n’è andato a seguito di una lunga malattia. Nel 2010 era uscita la raccolta di romanzi e racconti firmata Mondadori

Alberto Arbasino è morto. Lo scrittore e giornalista aveva 90 anni e da tempo stava lottando contro una malattia. Ad annunciarne la scomparsa Repubblica, con il cui giornale Arbasino aveva tenuto una attiva collaborazione. È stata la famiglia a riferire al quotidiano di Roma la notizia della dipartita.

Aveva 90 anni e a seguito di una lunga e difficile malattia è andato via serenamente, così ha raccontato la notizia della morte, la famiglia di Alberto Arbasino. Era nato a Voghera, il 22 gennaio del 1930 e fu tra i principali protagonisti del Gruppo ’63, il gruppo di neoavanguardia nato a Palermo appunto nel 1963.

Non solo scrittore, Alberto Arbasino è stato anche giornalista, oltre a Repubblica, prestò servizio anche presso l’Espresso di cui ancora oggi ne rappresenta storica firma. E ancora poeta, critico teatrale e politico, è stato infatti deputato al parlamento italiano tra il 1983 e il 1987.  La stessa produzione di Arbasino si presenta come eclettica ed ampia. Si distinguono tuttavia alcuni titoli risalenti agli anni 60′.

Da ‘Parigi o cara‘ (1960) a ‘Grazie per le magnifiche rose‘ (1965), passando per ‘Sessanta posizioni‘ (1970) e ‘Un paese senza‘ pubblicato nel 1980. Alberto Arbasino si dedicò anche alla saggistica e ai romanzi di formazione, tra i più celebri spicca ‘L’anonimo lombardo‘ del 1959.

Per dare giusto valore al campionario artistico dello scrittore, tra il 2009 e il 2010 per la collana I Meridiani Mondadori, due volumi mettono insieme i suoi più grandi successi. Romanzi, racconti, scritti e poesie, tutti raccolti appunto sotto la firma di Alberto Arbasino, venuto a mancare a 90 anni.

Leggi anche