Zanardi, segnali di miglioramento: parla la dottoressa del San Raffaele

Alex Zanardi

A sette mesi dall’incidente, migliorano le condizioni di Alex Zanardi. Le parole della dottoressa del San Raffaele

A sette mesi dal terribile incidente sulle strade della Val d’Orcia in cui quasi perse la vita, cominciano a migliorare le condizioni di Alex Zanardi. Il campione paralimpico al momento sta svolgendo la riabilitazione presso l’Ospedale di Padova, dove è stato trasferito lo scorso novembre dopo i primi mesi trascorsi al San Raffaele di Milano.

Ed è proprio la neuropsicologa dell’Ospedale milanese, Federica Alemanno, che ha avuto in cura Zanardi, a parlare dei suoi segnali di miglioramento. Intervistata dal Corriere della Sera, la dottoressa ha raccontato del momento in cui il campione paralimpico è stato risvegliato dal coma attraverso la tecnica dell‘awake surgery:

“L’awake surgery è la chirurgia da svegli. E’ una tecnica molto particolare che si fa in pochissimi centri in Italia e ha come obiettivo quello di garantire al paziente la migliore qualità di vita possibile dopo un’inevitabile intervento chirurgico.

E’ stata una grande emozione quando ha cominciato a parlare, nessuno ci credeva. Lui c’era e ha comunicato con la sua famiglia”. Dopo sette mesi difficili in cui ha subito quattro interventi al volto, Zanardi intravede finalmente la luce in fondo al tunnel