“Amici” e la storia della rara malattia di Leonardo. Non riusciva a camminare ed ora gioca a calcio

TV e Intrattenimento"Amici" e la storia della rara malattia di Leonardo. Non riusciva a...

Il serale di Amici emoziona con la storia di Leonardo Speroni. Il giovane affetto da una rara malattia è riuscito a realizzare il suo sogno

Ieri sera Maria De Filippi, nel corso della nuova puntata del serale di Amici, è riuscita nuovamente a far commuovere il pubblico raccontando una storia sul “potere della volontà”. La vicenda, a cui la conduttrice ha voluto dare largo spazio, è quella di Leonardo Speroni. Il 15enne di Grosseto lotta contro una rarissima malattia genetica di cui al mondo si contano solo 19 casi: deficit mitocondriale della catena respiratoria.

Leonardo fin da bambino ha avuto difficoltà a muoversi e per molto tempo si è visto costretto a trascorrere le sue giornate su una sedia a rotelle. Nonostante gli ostacoli, lui e i suoi genitori non hanno mai perso la speranza, non si sono mai arresi. Grazie ai medici del Meyer di Firenze e all’Ammec (Associazione malattie metaboliche congenite) ha iniziato la sua battaglia con la speranza di riuscire a mettersi in piedi. I fondi raccolti dai suoi concittadini hanno permesso ad una ricercatrice dell’Ammec di condurre studi specifici in America per una cura sperimentale.

Il giovane Leonardo ha raggiunto il suo obiettivo ed è andato oltre il traguardo realizzando il suo sogno. Si è alzato dalla sedia a rotelle ed è stato in campo, per tutta la durata di una partita di pallone, indossando la fascia di capitano. Con il numero 10 ha vinto insieme al team giovanile del Grosseto la gara del calcio e la gara della vita contro la sua malattia.

La storia del valoroso quindicenne ha ispirato la bella coreografia di Giuliano Peparini che è stata eseguita in maniera emozionante dal ballerino Vincenzo.”Vi volevo far conoscere Leonardo e il suo papà!”. Così Maria De Filippi ha successivamente annunciato l’ingresso di Leonardo Speroni con suo padre. Con l’approvazione del pubblico la conduttrice si è lasciata andare ad osservazioni personali: “Sei un grande esempio per tutti”.

 

Lella Ventura
Sono Raffaella e sono laureata in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Salerno. Concluso il mio percorso mi sono resa conto che in realtà la mia vera passione era nascosta dentro di me. Tutte le cose che non hanno anima mi annoiano e mi nutro di emozioni che spero di riuscire a trasmettere in ogni modo. Vorrei diventare una giornalista perchè sono una sognatrice che ancora ci spera di liberare quei sogni che soffocano nel cassetto.

Covid-19

Italia
102,244
Totale di casi attivi
Updated on 26 September 2021 - 20:11 20:11