Questione siriana, armi chimiche contro i miliziani dell'IS. Scontro a est di Damasco

Uso di gas sarin sui miliziani dell’IS da parte del regime siriano di Assad, la notizia di Haaretz

[ads1] Poco più di una settimana fa il regime siriano di Bashar Assad avrebbe fatto ricorso alle armi chimiche, pare si trattasse di gas sarin, sui miliziani dello Stato Islamico, a seguito dell’attacco da parte di questi ultimi a due basi dell’aviazione siriana.

Potrebbe interessarti:
Questione siriana, armi chimiche contro i miliziani dell'IS. Scontro a est di Damasco
Il segretario di Stato Usa, Kerry, con il Ministro degli Esteri saudita.

Lo scontro si sarebbe svolto ad est di Damasco, secondo quanto riferisce Haaretz, quotidiano israeliano, omettendo di citare la fonte della notizia.

L’impiego di armi chimiche era stato vietato al regime di Assad nel 2013, dopo che furono usate numerose volte contro i ribelli, finendo per colpire anche i civili; l’uccisione di vittime innocenti determinò allora la dura posizione del presidente USA Barack Obama, che minacciò un attacco immediato, in caso di riuso di armi chimiche.

L’accordo raggiunto con Putin sullo smantellamento di armi chimiche siriane, avvenuto ad inizio 2014, scongiurò l’eventualità di un attacco americano.

Amos Harel, l’autore dell’articolo, fa notare tuttavia che anche l’IS ha fatto ricorso alle armi chimiche.

Intanto prosegue l’ter diplomatico Usa sulla questione siriana.

Il segretario di Stato degli Stati Uniti d’America, John Kerry, si è recato in mattinata a Ginevra, per ristabilire gli accordi di pace, chiedendo di far cessare il fuoco nella zona di Aleppo.

Kerry ha incontrato l’inviato  dell’ONU, Staffan de Mistura e i ministri degli Esteri di Giordania e Arabia Saudita.

“Discutiamo direttamente con i russi, proprio adesso, auspichiamo di fare dei progressi”, queste le parole di Karry prima di incontrare il ministro degli esteri giordano. [ads2]

Letture Consigliate