Assegno unico, da oggi via alle richieste. Ecco a chi spetta

AttualitàAssegno unico, da oggi via alle richieste. Ecco a chi spetta

Prendo oggi il via l’assegno unico, come disposto dal decreto legge n. 79 dell’8 giugno 2021. Ecco quindi a chi spetta e come richiederlo

Da oggi, 1 Luglio, prende ufficialmente piede il nuovo strumento annunciato dal Governo per sostenere le famiglie con figli a carico. Si tratta dell’assegno unico che entro l’anno prossimo sarà a pieno regime. Si tratta di un assegno, unico appunto, che andrà a soppiantare i vari bonus e detrazioni per figli a carico presenti fino ad ora. In particolare, l’assegno unico spetta a coloro che non ricevono ANF, di cui era stato annunciato un aumento, come lavoratori autonomi e disoccupati.

Per richiedere questo beneficio, bisogna avere un ISEE non superiore al limite di 50.000 euro. L’ISEE sarà anche utilizzato per calcolare l’importo mensile spettante, pari ad un massimo di 167,5 euro per figlio e 217,8 euro per i nuclei familiari con almeno tre figli minori e potrà essere richiesto a partire dal settimo mese di gravidanza e fino ai 21 anni di età.

Oggi parte quindi la prima fase dell’assegno unico, che per il secondo semestre dell’anno in corso verrà affiancato dall’ANF. A partire dall’anno prossimo, invece, gli ANF verranno aboliti insieme a assegni familiari, bonus mamme domani, bonus bebè e detrazioni figli a carico. Il tutto è stato approvato con il Family Act, durante il consiglio dei Ministri dello scorso 4 giugno, definendo queste come “Misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori” che, in attesa dell’effettiva entrata in vigore del prossimo anno, prende il nome di “assegno ponte”.

Guido Isacco
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti-Sezione Campania. Appassionato di scienza, arte e attualità. Collaboratore presso ZON.it, per il quale cura principalmente la rubrica HealthZon.

Covid-19

Italia
94,216
Totale di casi attivi
Updated on 4 August 2021 - 17:12 17:12