Dramma nel Calcio: Davide Astori deceduto per un malore nel sonno

Astori, lettera genitori astori
Foto Profilo Instagram Fiorentina

Questa mattina la Fiorentina, tramite un comunicato stampa, ha annunciato la morte del suo capitano Davide Astori. Malori per Diego Lopez e Carlos Sanchez, mentre parla il Procuratore di Udine

Un’orrenda notizia sconvolge tutti i tifosi e amanti del calcio. Il capitano della Fiorentina, Davide Astori è stato colpito da un malessere questa notte, ed è stato trovato senza vita nel letto.

Una notizia sconvolgente, a poche ora dall’inizio del match tra Udinese e Fiorentina, che quest’oggi non ci sarà. A comunicarlo è lo stesso club viola tramite una nota stampa: “La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che è scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione, e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori.

Il Procuratore di Udine: “Inspiegabili le cause”

Antonio De Nicolo, Capo Procuratore della città di Udine, ha provato a spiegare questa fatalità di Davide Astori: “E’ morto per cause naturali, un arresto cardiocircolatorio. E’ inspiegabile come possa essere accaduta una cosa del genere ad un atleta sempre sotto controllo e senza segni premonitori”.

Le reazioni, malori per Diego Lopez e Carlos Sanchez

Stato di shock in tutto il mondo calcistico e non solo. In particolar modo, il tecnico del Cagliari Diego Lopez e Carlos Sanchez, calciatore in forza all’Espanyol ed ex-Viola, sono stati colti da lievi malori non appena ricevuta la notizia. Il tecnico sardo era in campo per il riscaldamento dei suoi uomini prima della sfida contro il Genoa (poi rinviata, come tutta la giornata).

Per Sanchez (fino a pochi mesi fa compagno di Astori), il fatto è avvenuto al termine della sfida tra Levante ed Espanyol. Il colombiano, non appena saputa la notizia, a fine match (zero minuti per lui) si è accasciato in campo ed è stato prontamente soccorso dallo staff medico catalano.