Piccini
Foto: YT Valencia CF

Sfumato Karsdorp dalla Roma, l’Atalanta si cautela con Cristiano Piccini dal Valencia. Trattativa definita con gli spagnoli e visite mediche fissate

Sarà Cristiano Piccini l’erede di Timothy Castagne all’Atalanta. La Dea ha concluso un accordo molto rapido con il Valencia per riportare in Italia il laterale destro. Sostituirà l’esterno belga, passato di recente al Leicester per 23 milioni di euro.

Potrebbe interessarti:

Classe 1992, Piccini ha giocato in Liga e Liga NOS nelle ultime 6 stagioni, tra Real Betis Siviglia, Sporting Lisbona e – la più recente – il Valencia. Adesso è arrivato il momento di “tornare a casa” e l’Atalanta ha deciso di riportarlo in Serie A, dove ha militato per una stagione con il Livorno nel 2013/14.

Una trattativa rapida quella portata al termine dalla Dea: il calciatore è atteso in Italia per effettuare le visite mediche di rito e poi mettere la firma sul contratto. Prima di Piccini, il club bergamasco aveva raggiunto l’accordo con la Roma per Rick Karsdorp ma alcune commissioni da pagare agli agenti hanno fatto saltare tutto. Si era fatto avanti anche il nome di Davide Zappacosta del Chelsea (la scorsa stagione a Roma) ma alla fine ha prevalso Piccini.

Il 27enne scuola Fiorentina si rilancerà in Serie A per cercare di mettersi in mostra anche agli occhi del Commissario Tecnico Roberto Mancini per un sogno chiamato Nazionale (per lui appena 3 presenze). Intanto, sbarca a Bergamo ed è pronto a mettersi a disposizione di Gasperini e dell’Atalanta.

Letture Consigliate