L’Australia lancia allarme invasione: timore per il “ragno dei cunicoli”

AttualitàL'Australia lancia allarme invasione: timore per il "ragno dei cunicoli"

Gli alluvioni costringono gli animali australiani fuori dal proprio habitat. L’Australia teme l’invasione dei “Sydney funnel-web spider”, uno dei ragni più velenosi al mondo

Dopo una serie di devastanti alluvioni, l’Australia deve fare i conti con un nuovo pericolo. Le alluvioni, tra le più violente degli ultimi dieci anni, hanno costretto molti animali a lasciare il proprio habitat naturale, con il rischio che questi possano così riversarsi nei centri abitati. Si teme in particolare per il ragno atrax robustus, una delle tipologie di ragno tra le più velenose al mondo.

Il ragno australiano

Il Sydney funnel-web spider, anche conosciuto come il “ragno dei cunicoli”, vive nell’area di Sydney, una delle città australiane maggiormente colpita dalle inondazioni. Il ragno prediligerebbe, infatti, condizioni di umidità e alte temperature. Conosciuto come il ragno con “imbuto”, il Sydney funnel-web spider, sarebbe uno degli aracnidi più velenosi al mondo. Con il suo veleno, infatti, l’atrax robustus sarebbe in grado di indurre alla morte, in tempi molto rapidi, causando edema polmonare o il collasso di altri organi.

I suggerimenti

Il pericolo potrebbe essere reale, ricorda l’esperta Helen Smith, dell’Australian Museum, che suggerisce le strategie da adottare per evitare il contatto con il “ragno dei cunicoli”. Tra queste, la raccomandazione a non lasciare scarpe fuori dalla porta della propria abitazione. Il ragno, infatti, per tessere la propria tela, non prediligerebbe posizioni alte, vicino alla porta o sulle mura, ma zone umide e calde, come l’interno di una scarpa. Evitare di toccare qualsiasi superficie nel caso di avvistamento e la raccomandazione di non uscire di notte senza torcia. Attenzione anche alle piscine, perché il ragno del cunicolo sarebbe in grado di sopravvivere, seppure per breve tempo, sott’acqua.

Fabiana Raimo
Laureata in Studi Comparati presso l'Università L'Orientale di Napoli. Appassionata di attualità, cronaca giudiziaria e politica internazionale.

Covid-19

Italia
78,484
Totale di casi attivi
Updated on 30 July 2021 - 17:03 17:03