Azzolina propone riduzione DAD, la scuola riparte il 7 Gennaio

azzolina, scuola
Immagine da YouTube

Non c’è ancora un accordo ma il ministro Azzolina spinge: “Se si allentano le misure per tutti i settori del Paese, anche per la scuola deve valere lo stesso”

La scuola ripartirà in presenza il 7 Gennaio. Ancora l’accordo non è stato firmato ma le Regioni hanno chiesto e avuto la meglio. La ministra Azzolina non approva, avrebbe voluto riaprire le scuole già dopo l’Immacolata. Ma niente da fare. Riaprire le scuole dal 9 al 22 è sembrata un’idea insensata.

Ma ora la ministra Azzolina ha un’altra offerta che resta sul tavolo del governo: riduzione della Dad almeno nelle zone gialle, o comunque nelle aree meno a rischio. A propendere per quest’ipotesi sono soprattutto M5s e Iv. “Non è un mistero che io voglia con molta gradualità riaprire le scuole superiori – ha spiegato la ministra Azzolina – Se si allentano le misure per tutti i settori del Paese, anche per la scuola deve valere lo stesso“.

Già da oggi sono tornati tra i banchi i ragazzi delle seconde e terze medie nelle Regioni che sono passate dalla fascia rossa alla fascia arancione, e cioè la Calabria e Lombardia, mentre gli studenti del Piemonte proseguiranno con la didattica a distanza, su decisione del governatore Alberto Cirio, che ha emanato un’ordinanza per bloccare il rientro in classe, nonostante da giorni i ragazzi siano in piazza a protestare contro la didattica a distanza.