Basket: Serie A, a Reggio lo scontro diretto, risale Avellino

basket

Basket: Serie A. Ci si aspettava una partita vivace e serrata. Così è stato, tra la prima e la seconda della classe. Reggio aveva l’obbligo di vincere e così è stato. Avellino, invece, continua la sua rincorsa alle zone nobili della classifica, sbarazzandosi con facilità di Capo d’Orlando. Mentre Venezia prosegue con la striscia vincente

Scontro al vertice

Ci si giocava il vertice della Serie A. In una delle sfide che ha caratterizzato gli ultimi anni del Basket Italiano. Una gara che sin dall’inizio sembrava in mano ospite. Sanders e Kalnietis, molto caldi in avvio, firmano un parziale di 19-9 a fine primo quarto che sembra già indirizzare la gara verso Milano. La reazione Reggiana è però veemente. Guidata dal giocatore della nazionale Italiana Aradori, la squadra di casa ribalta il confronto portandosi sul +5 all’intervallo. Dopo un terzo periodo di “riposo”, nell’ultimo quarto ci si gioca la gara. Reggio è semplicemente più fredda e vogliosa di vincere la gara. Needham la conduce al successo con un grandioso quarto periodo. Milano vede così la sua striscia di sconfitte esterne allungarsi a due, dopo lo stop in quel di Venezia di due settimane fa.

Rincorsa Avellinese

Continua la rincorsa della Sidigas Avellino. A finire nelle fauci del lupo è la Betaland Capo d’Orlando. Al Pala Del
Mauro non vi è stata storia per tutta la gara. Dominata dal 1′ al 40′ dai ragazzi di pino Sacripanti. Evidente la superiorità biancoverde già al primo mini intervallo, chiuso 30-17. A metà gara sul 47-32 la partita era già ampiamente chiusa e portata a casa. Sugli scudi un clamoroso Thomas, autore di 24 punti seguito dal solito Ragland che ne mette 20 a referto. Partita semplice che permette, ancora una volta, di capire quanto sia competitiva Avellino quest’anno. Si ferma invece l’altra campana, la Pasta Reggia Juvecaserta che crolla in quel di Brindisi mettendo a serio rischio la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Lo sceneggiatore è stato, però, praticamente perfetto perché, guarda caso, la qualificazione verrà giocata proprio nel derby del primo Gennaio al Palamaggiò, sfida che non si potrà assolutamente perdere.

Le altre

Tra le altre, c’è Venezia che continua a stupire vincendo sul campo di Varese e portandosi da sola al secondo posto della classifica grazie all’ennesima grande prestazione di Haynes. Così la Reyer sale a 18 punti in classifica, vedendo sopra di sé la sola Milano. Vince anche Sassari che si porta così all’ottavo posto in classifica con la possibilità di giocarsi la qualificazione alla Coppa Italia nella prossima giornata di campionato. Crolla invece, nuovamente, Cremona sul campo di Cantù. Così, la squadra di Pancotto è sempre più in fondo alla classifica, ora a 4 punti dalla penultima.

 

TABELLINO

Varese 60-73 Venezia
Avellino 90-65 Capo d’Orlando
Sassari 96-64 Torino
Brindisi 100-72 Caserta
Cantù 72-71 Cremona
Pesaro 57-59 Pistoia
Brescia 74-80 Trento
Reggio Emilia 91-87 Milano 

CLASSIFICA

Milano 22
Venezia 20
Reggio Emilia 18
Avellino 18
Brindisi 14
Caserta 14
Capo d’Orlando 14
Sassari 12
Pistoia 12
Torino 12
Trento 12
Brescia 10
Cantù 10
Varese 8
Pesaro 8
Cremona 4