Bayern
Foto: Facebook Bayern Monaco

Risultato già scritto all’Allianz Arena, tutto facile per il Bayern che si sbarazza senza troppi patemi della Lazio

Il Bayern Monaco vince anche il ritorno degli ottavi di finale all’Allianz Arena contro una Lazio che nel doppio confronto non è mai apparsa in partita. Lewandowski fa valere la legge del bomber anche in casa, mettendo ancora una volta a nudo le enormi differenze tra i due club.

Potrebbe interessarti:

Flick nonostante la qualificazione praticamente acquisita lascia a riposo solo Neuer e Davies, dimostrando di voler vincere anche la gara di ritorno. Il primo tempo si apre a ritmi bassissimi con i bavaresi che fanno girare la palla e gli uomini di Inzaghi che cercano di proporsi in avanti con personalità senza mai riuscirci concretamente.

Nella prima mezz’ora non succede praticamente niente degno di nota, fino a quando da un anonimo calcio d’angolo il Bayern si procura un calcio di rigore per trattenuta di Muriqui su Goretzka. Sul dischetto si presenta Lewandowski che con la sua solita freddezza spiazza Reina e fa 1-0 al 33′. Si tratta del 39esimo gol stagionale per il bomber polacco, quinto gol in sei partite di Champions e 73esimo gol nella massima competizione europea.

Arrivato il gol del vantaggio, il Bayern continua a fare melina e a nascondere la palla ad una Lazio completamente in balia dell’avversario. Il secondo tempo si apre sulla falsa riga del primo, con Lewandowski che continua nella sua personale sfida contro l’ex compagno di squadra Reina. Prima lo impensierisce a pochi secondi dall’inizio della ripresa e poi battendolo con una rasoiata da fuori area ma che si stampa sul palo.

C’è gloria anche per Choupo-Moting che impiega due minuti dal suo ingresso in campo per siglare il 2-0 su assist di Alaba al minuto 73. La partita non ha ormai più nulla da dire e si avvia verso l’inevitabile declino dei biancocelesti che, però, trovano anche il gol del 2-1 con Parolo, giusto premio per un calciatore che nonostante tutto si è sempre fatto trovare pronto quando chiamato in causa.

Con l’eliminazione della Lazio la Champions rimane orfana di squadre italiane, ancora una volta apparse non all’altezza del palcoscenico più importante.

Bayern Monaco-Lazio 2-1: risultato e tabellino

Reti: 33′ Lewandowski, 73′ Choupo-Moting, 82′ Parolo.

Bayern Monaco (4-2-3-1) Nubel; Pavard, Boateng (46′ Sule), Alaba, Hernandez; Goretzka (63′ Davies), Kimmich (77′ J. Martinez); Sané, Müller (71′ Musiala), Gnabry; Lewandowski (71′ Choupo-Moting). All. Flick. A disp: Shneller, Sarr, Roca.

Lazio (3-5-2) Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari (56′ Parolo), Milinkovic, Escalante (84′ Akpa Akpro), Luis Alberto (75′ Cataldi), Fares (46′ Lulic); Correa, Muriqui (56′ Pereira). All. S. Inzaghi. A disp: Strakosha, Patric, Musacchio, Lucas Leiva, Immobile, Hoedt.

ArbitroKovács (Romania)

Ammoniti: 26′ Radu, 31′ Acerbi, 39′ Milinkovic Savic, 48′ Goretzka

Letture Consigliate