Benevento-Atalanta 1-4, Ilicic in spolvero: il Dio della Dea

Atalanta
immagine da Facebook Atalanta

L’Atalanta arriva, devasta, e sparge il sale come gli antichi Romani con Cartagine. E’ show degli uomini di Gasp, con Ilicic super ispirato

L’Atalanta arriva a Benevento dopo la vittoria contro il Parma, per il 17° turno di Serie A. La Dea si conferma una grande potenza che può contare su ottimi soldati, primo fra tutti Ilicic, autore di una prestazione altisonante.

Il primo tempo

Ottimo il primo tempo dell’Atalanta, con la prima occasione da rete che arriva al 2′ con Gonsens. Ilicic serve un pallone morbido sul secondo palo, il tedesco arriva in spaccata ma calcia a lato. Passano pochi minuti ed è proprio Ilicic in prima persona a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il tiro dell’attaccante, molte potente, si infrange sul copro di Dabo che respinge.

Al 12′ grande chance per Gonsens che, su sponda di Zapata, tira in porta da centro area. Ottimi i riflessi di Montipó che respinge. L’Atalanta è partita molto forte ma spreca troppo. Al 19′ ancora un’altra clamorosa occasione per Zapata che riceve un pallone splendido da Ilicic, ma tutto solo sbaglia la finalizzazione spedendo il pallone fuori dopo il colpo di testa.

A trascinare la Dea è soprattutto Ilicic che appare in splendida forma. Proprio lo sloveno al 29′ sfiora la rete del vantaggio con un sinistro a giro dal limite. Il tiro viene deviato da Barba che salva Montipó.

Al 30′ prima vera occasione da goal per il Benevento, con Lapadula che tenta di realizzare un capolavoro. La punta salta Romero e cerca il pallonetto dalla trequarti, ma Gollini torna tra i pali e blocca il pallone.

Goal mancato, goal subito. Atalanta in vantaggio al 30′ grazie ad un’azione in solitaria di Ilicic. Lo sloveno Lo sloveno entra in area, salta due uomini e conclude sul primo palo. Determinante la deviazione di Glik che mette fuori causa Montipó.

Il Benevento tenta di alzare il proprio baricentro ma fatica molto a causa della pressione dell’Atalanta. Verso il finire della prima metà di gioco doppia occasione per i bergamaschi. Prima con Ilicic al 42′ che tenta il tiro di potenza, ma il suo sinistro si infrange sul legno della porta di Montipó. Poi ci prova Zapata al 45′. Il colombiano calcia da centro area ma trova la respinta di Montipó!

L’Atalanta va negli spogliatoi in vantaggio per 1-0, trascinata da un ispiratissimo Ilicic. La Dea ha creato occasioni su occasioni, schiacciando il Benevento nella propria metà campo. Le streghe devono ringraziare Montipó, che con i suoi ottimi interventi ha concesso solo una rete agli avversari.

Il secondo tempo

La seconda frazione di gioco inizia sulla stessa falsa riga del primo tempo, con l’Atalanta rivolta all’attacco che spreca una clamorosa occasione con Toloi da distanza ravvicinata. Questa volta però è il Benevento a trovare il goal: al 50′ cross dalla trequarti di Pastina per Sau che, da solo sul secondo palo, insacca in scivolata. Risultato di nuovo in parità.

Dopo aver subito il goal del pareggio tutta l’Atalanta si riversa nella metá campo del Benevento, alla ricerca del nuovo vantaggio. Al 66′ ci prova Gonsnens, ma la sua conclusione dal limite dell’esterno è parata da Montipó. Al 69′ obiettivo raggiunto, arriva il vantaggio dell’Atalanta grazie al goal di Tolói: Ilicic calcia sul palo lontano, Montipó respinge ma il difensore della Dea gonfia la rete con un tap in da grade attaccante. Passano appena 2 minuti e l’Atalanta segna un altro goal: ancora una volta coinvolto Ilicic che crossa in area, Zapata è riceve sul secondo palo e con il piatto insacca il terzo gol della Dea.

Dopo il triplo vantaggio i ritmi si sono abbassati, con l’Atalanta che aspetta e cerca la ripartenza. Dopo varie occasioni sprecate, all’86′ arriva il quarto goal della Dea, questa volta firmato Luis Muriel. Goal spettacolare del colombiano che dal limite dell’area si sposta il pallone sul destro e lascia partire una conclusione a giro che si infila sul sette lontano.

Benevento-Atalanta finisce 1-4, con una imperiosa Dea che mette in luce un formidabile Ilicic, protagonista con goal e assist.

Benevento Atalanta 1-4: risultato e tabellino

MARCATORI: 30′ Ilicic (A), 50′ Sau (B), 69′ Toloi (A), 71′ Zapata (A), 86′ Muriel (A).

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò 6; Maggio 5, Glik 6, Barba 5,5, Foulon 5 (dal 46′ Pastina 7); Improta 6, Schiattarella 5,5, Dabo 5 (dal 58′ Hetemaj 6); Ionita 5,5 (dall’80’ Del Pinto sv), Sau 6,5 (dal 58′ Di Serio 5,5); Lapadula 5 (dal 58′ Insigne 6). All. Filippo Inzaghi 5,5.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6; Toloi 7, Romero 6,5, Palomino 6; Hateboer 7, de Roon 6,5, Freuler 6,5 (dall’87’ De Paoli sv), Gosens 6 (dal 73′ Maehle 6); Pessina 6,5 (dal 63′ Malinovsky 7), Ilicic 9 (dall’87’ Miranchuk sv); Zapata 6,5 (dal 73′ Muriel 7). All. Gian Piero Gasperini 7.

ARBITRO: Gianluca Manganiello di Pinerolo.

AMMONITI: De Roon, Palomino (A), Foulon, Lapadula, Dabo (B).