Berlusconi e la polemica sul Mes, “non bisogna demonizzarlo”



berlusconi

Nel corso di un’intervista al “Giornale” Silvio Berlusconi ha invitato a non demonizzare il Mes, annunciando da parte di FI un’opposizione responsabile

In una condizione di assoluta emergenza, un’opposizione responsabile non fa ostruzionismo anzi si stringe intorno alle istituzioni. Ed è quello che noi stiamo facendo. Siamo critici con il Governo ma non è questo il momento della polemica politica. Il Mes non va demonizzato. Non c’è nulla di sbagliato, in linea di principio, nel fatto che i Paesi ad economia più solida chiedano garanzie rafforzate per finanziare Paesi più a rischio. La cosa sbagliata è che queste garanzie si trasformino in uno strangolamento dell’economia di una nazione già in sofferenza e addirittura in un esproprio della sua sovranità nazionale“. Sono questi i punti salienti dell’intervista rilasciata da Silvio Berlusconi alle pagine de “Il Giornale”.

L’ex Premier dice la sua in particolare sulla storia politica che ha portato al Mes, il Meccanismo Europeo di Stabilità, al centro di tante polemiche negli ultimi giorni: “bisogna partire da una premesse per fare chiarezza sulle polemiche: fu il mio governo nel 2011 a trattare il Meccanismo Europeo di Stabilità, questa è verità storica ma va detta tutta: occorre aggiungere che il Mes da noi firmato era diverso aveva gli eurobond che sono poi stati tolti nell’accordo ratificato dal governo Monti“.

Leggi anche