Bono Vox compie sessant’anni: tre curiosità sul leader U2



bono vox
immagine da Pixabay

Come ha deciso di chiamarsi Bono Vox e dove sono nati gli U2? Tre curiosità sul carismatico (e impegnato) sessantenne del rock

E’ un giorno di festa nel mondo della musica rock: oggi compie gli anni Bono Vox, leader dell’iconica band degli U2.

Nome d’arte di Paul David Hewson, gli venne dal suo migliore amico Fionan Hanvey (il Gavin Friday dei Virgin Prunes) che si era ispirato al nome di un negozio di apparecchi acustici di Dublino, il “Bonavox”.

I “suoi” U2 nacquero grazie ad un annuncio posto nella bacheca della scuola dal batterista  Larry Mullen che voleva mettere su il gruppo “The Hype”. Bono voleva proporsi come chitarrista, ma i due “ruoli” erano già stati “presi” da Dave Evans e suo fratello Dick, così egli decise di mettersi alla prova come cantante.

Di lì a poco il gruppo cambiò nome in U2 e registrò la defezione di Dick Evans: il resto è parte della storia del rock mondiale.

Oltre che per il suo carisma artistico, Bono Vox è noto anche per il suo impegno sociale che si è fatto vibrante anche in occasione della pandemia da Coronavirus: gli U2 hanno fatto una cospicua donazione di 10 milioni di dollari al sistema sanitario irlandese e il frontman ha dedicato la canzone “Let Your Love Be Known”, agli operatori sanitari italiani impegnati in prima linea nella lotta al Sars-Cov2.

 

Leggi anche