manchester city
Foto: Twitter Man City

Palleggio e qualità: il Manchester City chiude il discorso qualificazione a Budapest. Borussia Monchengladbach mai in partita

Sul campo neutro della Puskas Arena di Budapest il Manchester City di Pep Guardiola si impone 2 a 0 sui “padroni di casa” del Borussia Monchengladbach. Monologo Citizen in Ungheria e qualificazione ipotecata già al primo round.

Potrebbe interessarti:

Il City domina e gestisce la sfera al ritmo del metronomo guardiolano: tik-tok e arriva il vantaggio ospite al 29′ minuto col il colpo di testa di Bernardo Silva su lancio di Joao Cancelo.

L’impianto tattico del match rimane invariato anche nella ripresa e le rare sortite offensive dei tedeschi in maglia nera vengono disinnescate dalla difesa e dalle uscite preventive di Ederson.

Al 54′ doppio orrore nella metà campo del Gladbach: prima Bensebaini regala palla a Gabriel Jesus in disimpegno, e poi il brasiliano si addormenta incomprensibilmente a tu per tu con Sommer.

L‘ex Palmeiras si fa perdonare dieci minuti più tardi siglando il gol del 2 a 0, chiudendo la partita e probabilmente anche il discorso qualificazione: deviazione a centro area su assist di testa di Bernardo Silva e match in ghiaccio.

E dopo una partita dove il fischio dell’arbitro è stato un evento più unico che raro, probabilmente Arthur Dias commette un grave errore giudicando non falloso un intervento di Cancelo su Hoffman in area di rigore.

All’ultimo secondo ci sarebbe anche una clamorosa chance su regalo di Rodri, ma il neoentrato Wolf si divora l’1 a 2 a tu per tu con Ederson.

E’ l’ultima nota di colore di una partita dall’esito mai incerto: la sensazione è che neanche un miracolo nel match di ritorno potrà regalare agli uomini di Rose il passaggio del turno.

Letture Consigliate