Brexit Erasmus
immagine da pixabay

Nuova scadenza per la Brexit: entro il 13 dicembre Boris Jhonson e Ursula von der Leyen dovranno raggiungere un nuovo accordo

Continuano le trattative per la Brexit, dopo un periodo di stallo la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e il primo ministro britannico Boris Johnson si sono incontrati a Bruxelles per decidere i termini del un nuovo accordo commerciale. L’incontro non è stato molto produttivo ma ha comunque permesso alle due parti in gioco di confrontarsi sulle trattative da portare avanti.

Potrebbe interessarti:

Von der Leyen e Jhonson hanno fatto sapere che troveranno un accordo per perfezionare la Brexit entro il 13 dicembre. Alla fine del weekend prenderemo una decisione– ha dichiarato la presidente della Commissione Europea. L’uscita della Regno Unito dall’Unione Europea dovrebbe comunque avvenire il 1 gennaio 2021.

Intanto emergono perplessità circa l’incontro tra la presidente della Commissione Europea e il primo ministro inglese: “È difficile immaginare cosa potrebbe cambiare da qui a domenica per modificare l’equazione“, ha detto una fonte diplomatica europea al Financial Times. Le posizioni dei due negoziatori infatti sono antitetiche. Chi ha assistito all’incontro ha inoltre dichiarato che si è trattato di una conversazione “franca” e che rimangono “sostanziali differenze tra le due parti”.

Il punto di rottura tra i due sul negoziato Brexit sembra essere il level playing field, cioè gli standard che il Regno Unito non potrà abbassare nella speranza di attirare investimenti stranieri e fare concorrenza sleale all’Unione Europea, il meccanismo di risoluzione delle controversie e l’accesso alle acque britanniche dei pescatori europei.

Letture Consigliate