Buco nero mangia una stella: ecco quanto osservato dal satellite Tess



buco nero

Un buco nero che inghiotte una stella, ecco quanto è stato osservato da Tess, satellite lanciato dalla Nasa nel 2018. Lo spettacolo è stato osservato per caso

Un buco nero che letteralmente inghiotte una stella. È lo spettacolo immortalato per caso dal Transiting Exoplanet Survey Satellite, satellite lanciato nello spazio dalla Nasa nel 2018. Tess, ribattezzato il caccia pianeti, ha osservato il fenomeno ad una distanza di 375 milioni di anni luce dalla terra.

Lo studio è stato pubblicato sull’Astrophysical Journal, dal gruppo di studio dell’Università dell’Ohio. Il team di ricercatori coordinato da Patrick Valley ha raccontato le dinamiche dell’incredibile fenomeno astro-fisico. Alla scoperta hanno contribuito anche gruppi di telescopici robotici e il telescopio spaziale Swift. Un buon collaudato gioco di casistiche che ha consentito di osservare il momento esatto in cui il buco nero agisce contro la stella.

Vediamo nello specifico quanto avvenuto. Un buco nero è una sorta di divoratore cosmico che assorbe tutto ciò che lo circonda. Nel caso della stella, era posizionata a breve distanza. I casi che si possono verificare sono due: il primo riguarda un rapido e totale assorbimento, il secondo è più spettacolare. Il buco nero divora la stella a poco a poco, fino a farle assumere l’aspetto di uno spaghetto.

Nel caso del fenomeno osservato da Tess, gli studiosi si dicono essere molto fortunati dal momento che spettacoli del genere sono captabili uno ogni  10.000, 100.000 anni in una galassia come quella della Via Lattea.

Leggi anche