Affonda la Buona Scuola: niente più chiamata diretta dei docenti



tfa sostegno 2019

Duro colpo per la Buona Scuola. E’ stato firmato l’accordo che stabilisce che il personale docente sia assegnato alla scuola mediante i titoli e il punteggio della mobilità

E’ un duro colpo per la Buona Scuola di Matteo Renzi: è stata eliminata la chiamata diretta. Il passaggio dei docenti dall’ambito territoriale alla scuola sarà regolato attraverso i titoli e il punteggio della mobilità.

L’articolato si compone di due fasi: 1) “copertura dei posti disponibili prioritariamente con personale che ha ottenuto la mobilità su ambito con una delle precedenze previste dall’art. 13 del CCNI sulla mobilità”; 2) “copertura dei posti residuati col restante personale, secondo il punteggio di mobilità”.

Quest’ultimo personale, nella presentazione della domanda (sarà possibile farlo online a partire dal 27 giugno), specificherà la scuola da cui partire. Nel caso non ci sia una precisa indicazione, verrà presa in considerazione la scuola capofila dell’ambito. Queste operazioni saranno ultimate entro il 27 luglio.

Poi ci si occuperà delle le operazioni per l’assegnazione della sede per il personale neo immesso in ruolo. Anche qui sarà determinante il punteggio di graduatoria. I vincitori di concorso ordinario anticiperanno i docenti delle graduatorie ad esaurimento.

Leggi anche