Burioni attaccato da no-vax: “Spero che affoghi. A lui il mio più sonoro vaff…”

Roberto burioni
da pagina Facebook ufficiale di Roberto Burioni

Roberto Burioni, noto virologo vaccinista, è stato minacciato su Facebook da una donna no-vax. Ora la Digos ha avviato un’indagine

Insulti e minacce su Facebook per Roberto Burioni da una donna no-vax. “Spero che affoghi. A lui il mio più sonoro vaff…“: queste le parole riferite al noto virologo vaccinista marchigiano. Il post ha però scatenato anche i commenti di altri utenti, arrivando addirittura a parlare di “spedizione punitiva” presso lo stabilimento balneare frequentato da Burioni. Proprio per questo motivo, la Digos di Rimini ha avviato un’indagine su segnalazione dei colleghi milanesi che stanno seguendo la vicenda.

La polemica è partita in seguito alle parole del medico in riferimento al rinvio dell’obbligo delle vaccinazioni per il prossimo anno scolastico. Infatti, in un’intervista rilasciata al Resto del Carlino, Roberto Burioni afferma. “Si tratta di fanatici che non hanno un approccio razionale al problema, e finiscono con l’esasperare i toni. Quello che stupisce è il fatto che io mi limito a sostenere quello che dice la scienza, non prendo posizioni politiche, ma due più due fa quattro […] Come intendo rispondere a questi attacchi? Cerco di prenderla sul ridere, ma stigmatizzo questi atteggiamenti che non fanno altro che alimentare la paura e la violenza“.

Il virologo ha, inoltre, apostrofato nei confronti del Ministo della Salute Grillo: ” ‘Un obbligo flessibile nel tempo e nello spazio’, ma lei, ministro, è un medico o una poetessa? Smetta di dire circonvolute nullità e faccia ritirare questo vergognoso emendamento o passerà alla storia, e al primo morto di morbillo sarà giustamente sbranata dall’opinione pubblica“.