Bussetti parla di dispersione scolastica e pensa agli insegnanti volontari



Bussetti

Bussetti parla di dispersione scolastica e di come questa colpisca maggiormente il Sud: propone degli insegnanti volontari in centri preposti. Ecco come

Bussetti parla di scuola: la dispersione è uno dei temi che in questi anni ha coinvolto maggiormente tutta l’istituzione in un dibattito. Il fenomeno colpisce molte realtà metropolitane, ma è ancor più vero che rappresenta una vera e propria croce per le realtà del Sud.

Il ministro dell’Istruzione, a tal proposito, dice: “per me è assai importante affrontarla in quanto racchiude anche la dispersione di risorse, energia e lavoro. Dobbiamo efficientare le risorse economiche già disponibili”.

“Per abbattere il problema”asserisce“vorrei portare nella scuola pubblica l’esperienza che io stesso ho vissuto: insegnanti volontari che si ritrovano in centri in alcune aree più complessi per aiutare i ragazzi per recuperare in alcune discipline scolastiche, lacune che spesso partono da una difficoltà psicologica o una fragilità emotiva”.

Sul Sud, Bussetti dice al Mattino: “in questi centri troverebbero prima di tutto l’autostima e poi la voglia di tornare a scuola. Invito l’assessore Palmieri a creare questi centri qui a Napoli”

 

Leggi anche