12 Dicembre 2017 - 08:55

“Callas e Roma – Una voce in mostra”

Maria Callas

A quarant’anni dalla scomparsa della Callas, Roma le rende omaggio in un originale percorso musicale

Maria Callas, a quarant’anni dalla sua morte (16 settembre 1977), ritorna ad incantare Roma in un particolare viaggio musicale all’interno della sua vita artistica e personale.

L’esposizione, dal titolo “Callas e Roma – Una voce in mostra”, sarà inaugurata oggi, 12 dicembre, e rimarrà accessibile fino al 21 gennaio 2018 presso lo Spazio Eventi Tirso a Roma. L’obiettivo è quello di raccontare il rapporto della soprano con la città di Roma.

Sarà proprio la sua voce divina a guidare il percorso organizzato da “musicaPERformare” in collaborazione con Giovanna Lomazzi, amica intima, assistente personale e memoria storica della Callas e con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L’inimitabile timbro della Callas accompagnerà, attraverso registrazioni vocali, tutti i visitatori che si appresteranno a ripercorrere la storia di un decennio intenso della sua vita osservando giornali, lettere, documenti, foto d’epoca, testimonianze e costumi di scena.

Di importante rilievo è, infatti, lo splendido abito di scena di Violetta nella Traviata, le lettere scambiate con Luchino Visconti, bozzetti di scena, video di interviste.

Il periodo in questione è quello compreso fra il 1948 e il 1958 che vede la “Divina“, questo è l’appellativo con cui viene identificata, fortemente legata alla città eterna.

La Norma, la Traviata, il Turco in Italia fanno da sottofondo ad una vita di molti successi e altrettanti colpi di scena dal faticoso ingresso alla Scala di Milano nel 1951 all’improvvisa interruzione della prima del 2 gennaio del 1958 quando la Callas, alla fine del primo atto, abbandona il palcoscenico per una indisposizione della voce.

Nell’esposizione sono inoltre presenti i gioielli indossati in “Medea”, il film di Pier Paolo Pasolini che affida alla Callas il ruolo di protagonista e sceglie la sua inimitabile voce per la colonna sonora.

Roma offre, in conclusione, la possibilità di ripercorrere le tappe cruciali della vita di un’artista che ha segnato in maniera determinante la storia della musica lirica.