Carpool Karaoke: Il Volo con Jake La Furia a suon di musica e risate



carpool karaoke

Quinto appuntamento con l’edizione italiana di Carpool Karaoke. Ospiti di Jake La Furia gli scatenati ragazzi de Il Volo.

Carpool Karaoke è andato in onda su Italia Uno, ieri a partire dalle 24:00. Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble dopo essersi giocosamente contesi la seduta anteriore, sono saliti a bordo della gialla e dinamica auto di Jake La Furia, dando inizio ad una scoppiettante puntata colma di risate e di musica.

Un’ora di canzoni e di simpatici siparietti ha intrattenuto il pubblico della seconda serata. Sessanta minuti un po’ folli, conditi dalla freschezza dei vent’anni, attimi di contagiosa adrenalina durante i quali  i ragazzi de Il Volo hanno cantato a squarciagola alcuni successi estratti dai loro album. Dalla romantica ed intramontabile Grande amore con la quale hanno trionfato a Sanremo nel 2015, sino alle versioni riarrangiate di Ancora e Nel blu dipinto di blu (Volare).

E così, tra una incredibile cantata a cappella del brano più celebre di De Crescenzo, e una performance un po’ fuori dalle righe, anzi dallo sportello, di Nel blu dipinto di blu, si è svolto il quinto appuntamento con Carpool Karaoke.

Dai tre Tenorini ai tre Teneroni

Siamo cresciuti: dai tre Tenorini ai tre Teneroni – hanno raccontato scherzosamente i tre – alludendo al lungo percorso di crescita artistica e  personale che li ha visti nel corso degli anni trasformarsi in un fenomeno di fama mondiale.

I tre artisti si sono messi in gioco, mettendo a nudo una delle doti che da sempre li contraddistingue, la spontaneità. Non è stato semplice per Jake tenere a bada Piero mentre faceva vibrare la voce a braccia spiegate e a veicolo fermo. Così non è stato semplice contenere lo humor di Ignazio, ormai partito con una serie di battute “al volo”.

Vista la giocosa atmosfera che si era instaurata con questi ospiti di eccezione, il padrone di casa, anzi di macchina, ha pensato bene di testare lo spirito giovanile di cui sono dotati i tre, a discapito di certe dicerie che vogliono il trio come un prodotto cross over che canta per pubblici di nicchia.

Il Volo canta Rovazzi

I tre artisti nella loro personale playlist vantano persino Andiamo a comandare di Fabio Rovazzi, che con disinvoltura e divertiti hanno accettato di cantare, assicurando al pubblico da casa uno spettacolo di sana spensieratezza e di divertimento.

Una sorta di invito-provocazione quello della Furia di Italia Uno, per dimostrare quanto il trio possa essere giovane e non solo anagraficamente parlando, ma nello stile.

Ottima ​prova per il gruppo pop lirico, che a puntata conclusa ha giurato di “andare a comandare”. Un’azione di conquista che va al ritmo di emozioni, partita da almeno 7 anni nel cuore di fan e supporter che con il Volo continuano a sognare e a vivere un’avventura straordinaria.

Leggi anche