Castel San Giorgio, sequestrati cassonetti di abiti usati

castel san giorgio

Raccolta di abiti usati senza le dovute autorizzazioni, sequestrati i cassonetti nel comune di Castel San Giorgio

Raccolta di abiti usati senza le dovute autorizzazioni. E’ questa la motivazione che ha dato il via al sequestro dei vari cassonetti presenti nel comune di Castel San Giorgio.

L’operazione è frutto  di un’attività d’indagine durata un anno e nell’ambito della quale gli uomini guidati dal maggiore Marco Inverso hanno provveduto a sequestrare preventivamene 15 cassonetti utilizzati per la raccolta degli abiti usati posizionati sul territorio comunale da un’associazione Onlus di San Valentino Torio che aveva stipulato una convenzione con il Comune di Castel San Giorgio.

Dalle indagini è emerso che i rifiuti speciali tessili, nel periodo successivo a luglio 2015, venivano raccolti in assenza della documentazione utile alla ricostruzione del ciclo completo di vita dello stesso (prelievo/trasporto/recupero/smaltimento) in completa violazione delle norme.

I responsabili dell’associazione sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per traffico Illecito di rifiutigestione illecita di rifiutiinadempimento di contratti di pubbliche forniture e frode nelle pubbliche forniture.