“Cerco un Uovo Amico!”, l’iniziativa dell’Associazione Neuroblastoma



uovo amico neuroblastoma

Si avvicina la Pasqua: oggi più che mai c’è bisogno di un Uovo Amico. L’Associazione Neuroblastoma invita a donare ai bambini una nuova speranza di vita

Dare sostegno alle generazioni future, regalando una speranza ai bimbi ammalati e infondendo forza alle loro famiglie è il modo migliore per reagire a periodi, come quello che stiamo affrontando ora in Italia e nel mondo, in cui sembrano svanire tutte le nostre sicurezze. Come si può fare? Aderendo all’iniziativa “Cerco un Uovo Amico!, la campagna che accompagna la Pasqua dell’Associazione Neuroblastoma praticamente dalla sua fondazione.

Grazie a “Cerco un Uovo Amico” in questi anni sono stati raccolti ben 18 milioni di euro che hanno consentito di sostenere progetti di ricerca fondamentali per i piccoli malati. E pensare in positivo e regalare un sorriso ai bimbi malati non è mai stato così facile: per partecipare a “Cerco un Uovo Amico” basta infatti andare sul sito noicimettiamo.org e scegliere le Uova di Pasqua, tutte rigorosamente con sorpresa e disponibili in tre varianti: cioccolato al latte, cioccolato fondente e, novità 2020, il buonissimo nocciolato! Si possono anche richiedere i kit da 6 uova da distribuire a parenti e amici!

I fondi raccolti con “Cerco un Uovo Amico” 2020 saranno devoluti al Progetto GENEDREN, il primo studio europeo che mira a identificare le alterazioni genetiche ereditate dai piccoli pazienti che portano all’insorgenza del Neuroblastoma e a sfruttare queste alterazioni per migliorare la terapia. L’obiettivo di GENEDREN è trovare quelle molecole e dunque i farmaci specifici in grado di ‘spegnere’ l’attività degenerante delle cellule cancerogene.

È un ulteriore passo avanti verso la medicina personalizzata.

Il progetto

Progetto GENEDREN è anche una bellissima esperienza di collaborazione; si sviluppa infatti in rete tra diversi centri di Ricerca di eccellenza in Italia: il CEINGE (Centro di Biotecnologie Avanzate) dell’Università di Napoli, il Laboratorio della Fondazione NB, di cui l’Associazione è il braccio operativo, presso l’Istituto Città della Speranza di Padova, il CIBIO (Dipartimento di Biologia Cellulare, Computazionale e Integrata) dell’Università di Trento, la Biobanca dell’Istituto G. Gaslini e il DIMES (Dipartimento di Medicina Sperimentale) dell’Università di Genova. Il Responsabile del Progetto è Mario Capasso, Professore Associato di Genetica Medica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Il valore del Progetto GENEDREN per i tre anni previsti (2020 – 2022) dal piano è di € 1.152.000, di cui € 791.000 (il 50% dei quali in contratti di ricerca nei diversi centri coinvolti) saranno sostenuti da Fondazione Neuroblastoma.

Per uno sforzo così importante, è necessario più che mai un grande impegno collettivo!

“Cerco un Uovo Amico”: la solidarietà è l’unica forma di contagio che fa bene!

Leggi anche