Champions League: dolcetto o scherzetto per Juventus e Roma?

champions

Ritorna in campo la Champions League per la quarta giornata e le italiane vogliono regalarsi una grande notte nella sera di Halloween

Juve a Lisbona per ipotecare la qualificazione

Dopo la vittoria nella partita d’andata, la Juventus vola in Portogallo per cercare di bissare il successo e mettere un’ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di Champions League.

I bianconeri sono in gran forma: tre vittorie consecutive (l’ultima contro il Milan a San Siro) e squadra in continua crescita. Contro lo Sporting, Max Allegri potrà contare su tutti i suoi giocatori, eccezion fatta per Lichtsteiner (non in lista Champions), Benatia (ancora out dopo l’infortunio proprio nella gara d’andata) e Howedes, che sta ultimando il recupero e potrebbe scendere in campo domenica contro il Benevento.

Lo stesso Allegri, in conferenza stampa, ha detto: “Mi aspetto una grande gara, loro sono tosti in casa e hanno messo in difficoltà il Barcellona. Serve un risultato positivo.” Al mister si è unito anche Gigi Buffon: “Lo Sporting è un avversario duro per chiunque.”

Per quanto riguarda la formazione, rispetto alla sfida con il Milan, tornerà in campo Alex Sandro sulla fascia sinistra. Dall’altra parte, vista l’assenza di Lichtsteiner, è lotta a 3 tra Cuadrado, Sturaro e De Sciglio, con il secondo favorito sul colombiano che così verrebbe spostato in fase offensiva. In caso contrario, sarà uno tra Douglas Costa e Bernardeschi a giocare nel ruolo di ala destra. Sfavorito invece l’ex terzino del Milan, rientrato da poco dall’infortunio. Al centro della difesa dovrebbe esserci Barzagli accanto a Chiellini, con Rugani che si accomoda in panchina. Per il resto tutti confermati con Khedira-Pjanic in mezzo e i tre davanti intoccabili.

4-2-3-1: Buffon, Sturaro, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Cuadrado, Dybala, Mandzukic, Higuain.

Roma, notte da lupi in casa col Chelsea

La Roma di Eusebio Di Francesco, dopo le tre vittorie consecutive in campionato, si rituffa nella grande competizione per sfidare all’Olimpico il Chelsea di Antonio Conte, dopo lo spettacolare 3-3 (con qualche rimpianto giallorosso) di Londra.

Per i giallorossi, questa sfida può valere una grande fetta di qualificazione. La classifica, dopo 3 turni, dice: Chelsea 7, Roma 5, Atletico 2 e Qarabag 1. In caso di vittoria, la truppa di Di Francesco (ancora imbattuta, record personale in Champions League) scavalcherebbe i Blues e dovrà trovare successivamente altri 3 punti nelle due partite rimanenti, in Spagna contro l’Atletico e in casa contro la matricola Qarabag.

Di Francesco ritrova Manolas al centro della difesa, ma perde Bruno Peres, infortunatosi contro il Bologna. A destra dunque dovrebbe agire Florenzi, mentre dall’altra parte ci sarà il ritorno di Kolarov, a riposo nell’ultimo turno di campionato. A centrocampo, solito ballottaggio tra De Rossi e Gonalons, con l’italiano favorito per giocare insieme a Strootman e uno tra Pellegrini e Nainggolan. Se dovesse giocare l’ex Sassuolo, il Ninja verrà spostato nei tre d’attacco, insieme a Perotti e Dzeko. In caso contrario, sarà El Shaarawy il titolare in attacco, con il 4 giallorosso rimesso a centrocampo.

Nainggolan ha anche parlato in conferenza stampa: “In caso di vittoria, faremo un bel passo in avanti verso la qualificazione. Il Chelsea – ha continuato il belga – mi ha cercato ma non ho mai pensato di giocarmela dall’altra parte questa partita”Di Francesco, invece, ha chiesto l’aiuto del dodicesimo uomo: “Voglio un pubblico straordinario, daremo il massimo e voglio la stessa mentalità delle partite precedenti.”

4-3-3: Alisson, Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, Strootman, Nainggolan; El Shaarawy, Dzeko, Perotti

Dall’altra parte, Antonio Conte può sorridere: il tecnico ritrova Kanté, assente nella partita d’andata, e potrà contare su tutti gli effettivi. Unico assente è Moses, che sarà sostituito da Azpilicueta. Ritornerà David Luiz in difesa e in attacco ci saranno Hazard e Morata. Titolare l’ex Rudiger, panchina per Zappacosta.

Le altre dei gironi: Barça per il pass, Atletico obbligato a vincere

Nell’altra sfida del girone D, il Barcellona di Leo Messi potrebbe chiudere il discorso qualificazione già stasera. In caso di vittoria contro l’Olympiacos, sarebbero 12 i punti per i blaugrana che staccherebbero così il pass per gli ottavi, ma sarà la sfida contro la Juventus allo Stadium a decidere se da prima o da seconda in classifica.

Al Wanda Metropolitano, l’Atletico Madrid, nel girone della Roma, è costretto a trovare i 3 punti contro il Qarabag, dopo il clamoroso 0-0 in Azerbaijan. In caso di passo falso, gli uomini di Simeone si allontanerebbero dal secondo posto e dovranno compiere l’impresa di fare 6 punti contro Roma e Chelsea, quest’ultima allo Stamford Bridge.