Sorteggi Champions League, Atalanta, Lazio
Foto: Facebook Champions League

Dal 2024 la riforma che rivoluzionerà la Champions League, i campionati nazionali iniziano a valutare ipotesi per rendere il calendario meno caotico

Dopo il caos SuperLega, in Europa sembra essere tornata la calma e soprattutto si pensa al futuro di una delle competizioni più prestigiose. La Champions League dopo gli appelli durati anni, dal 2024 è pronta a cambiare sostanzialmente aspetto. Tra tre anni infatti adrà in vigore il nuovo regolamento con il quale si passerà dalle attuali 32 squadre partecipanti a 36.

Potrebbe interessarti:

Inoltre non ci saranno più 8 gironi distinti ma un singolo girone, concepito come un unico campionato e ogni squadra verrà quindi sorteggiata con lo stesso numero di avversarie. Quindi per ogni club partecipante si passerà dalle 6 partite giocate garantite dell’attuale fase a gironi, alle 10 nella nuova Champions League  (5 in casa e 5 fuori) e tutte contro avversarie diverse.

A tal proposito, visto l’aumento considerevole degli impegni europei, come riporta oggi Repubblica, i campionati europei potrebbero seguire le orme di quanto fatto dalla Germania e ridurre il numero delle squadre da 20 a 18. Per la Serie A si tratterebbe di un ritorno al passato. Sarebbe un cambio necessario visto anche che la nuova Champions League avrà 100 partite in più con 7 finestre da aggiungere. In Inghilterra, invece, si sta valutando l’idea di abolire la Coppa di Lega.

Letture Consigliate