Ciclismo in lutto: Felice Gimondi muore per un malore ai Giardini Naxos



felice gimondi, giardini naxos

Felice Gimondi si è spento improvvisamente a 76 anni: il campione italiano di ciclismo è morto in seguito ad un malore mentre era ai Giardini Naxos

Un bagno fatale: Felice Gimondi è morto improvvisamente nel tardo pomeriggio di venerdì ai Giardini Naxos. La notizia è stata battuta diversi minuti fa.

Il ciclismo e tutto lo sport italiano è in lutto per la perdita di un grande campione delle due ruote: si è spento all’età di 76 anni in maniera drammatica. L’ex-corridore, originario di Sedrina (piccola città del bergamasco) si trovava ai Giardini Naxos, in Sicilia, e stava facendo un bagno quando è stato colto da un malore che gli è stato fatale. Inutile i tentativi di soccorso e le manovre di rianimazione.

Gimondi fu uno dei sette corridori ad aver vinto tutti e tre i grandi Giri, cioè Giro d’Italia (per tre volte, nel 1967, 1969 e 1976, dove detiene anche il record di podi), Tour de France (nel 1965) e Vuelta España (nel 1968). Tra le corse di un giorno si aggiudicò un campionato del mondo su strada (nel 1973 a Montjuic) e alcune classiche monumento: una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due Giri di Lombardia.

Lo sport italiano è in lutto e sono già numerosi i messaggi di cordoglio inviati alla famiglia del compianto Gimondi.

Leggi anche