Coinbase a Wall Street, lo sbarco è atteso per le prossime ore

AttualitàCoinbase a Wall Street, lo sbarco è atteso per le prossime ore

Brian Armstrong, l’uomo che vuole fare di Coinbase la “cripto-Google”; intanto la porta a Wall Street

Il Nasdaq ha attribuito a Coinbase, il cui sbarco a Wall Street è atteso per le prossime ore, un prezzo di riferimento di 250 dollari ad azione, per una valutazione complessiva della società di circa 65,3 miliardi di dollari. Coinbase è la seconda piattaforma più importante di transazioni di criptovalute al mondo.

Coinbase è anche un’azienda in crescita esponenziale, infatti la piattaforma ha registrato nei primi tre mesi dall’anno un fatturato di 1,8 miliardi di dollari. Se Coinbase dovesse riscontrare il successo previsto a Wall Street, significherebbe un primo e autentico segnale che gli investitori hanno finalmente sdoganato le criptovalute. Il valore in Borsa potrebbe essere dunque pari a 68 miliardi, ma non si esclude si possano raggiungere i 100 miliardi al momento del debutto a Wall Street.

Chi è l’ideatore della piattaforma?

Al comando c’è il direttore generale Brian Armstrong, ex programmatore di Airbnb, che possiede il 21,8% delle azioni di classe “B” e il 10,9% di quelle di classe “A”. Al suo fianco, Marc Andreessen, noto investitore della Silicon Valley (14,2% di titoli “B” e 24,6% di “A”).

Fin dalle medie Brian Armstrong si è rivelato un piccolo genio, che – come dichiarato da lui – preferiva passare il pomeriggio su un testo in Java piuttosto che a leggere Topolino. Durante le superiori, il passatempo era già diventato un impiego part time: nel pomeriggio Armstrong scriveva, a pagamento, programmi in Html per le startup della sua città, San José, nel cuore della Silicon Valley.

Rita Milione
Classe '99 da Cava de' Tirreni, studentessa presso la facoltà di Scienze Politiche all'Università degli Studi di Salerno. Appassionata di social media, musica e giornalismo.

Covid-19

Italia
78,484
Totale di casi attivi
Updated on 29 July 2021 - 23:02 23:02