nuovo decreto conte Coronavirus 1 Maggio
Dal canale youtube "Palazzo Chigi"

In queste ore l’incontro tra Conte e i senatori del Movimento 5 Stelle. Tema centrale della riunione è la rifondazione dei 5 Stelle

Ore di videoconferenze per i 5 Stelle che in questo pomeriggio incontrano il capogruppo Conte. Obiettivo principale di questo incontro è cercare delle linee guide per rifondare il Movimento, o meglio per andare verso un Movimento 2.0. I toni dovrebbero essere pacati, dopo la bufera preceduta in queste settimane. Ormai il vaso è rotto, e non resta che ricostruire.

Potrebbe interessarti:

Il divorzio tra Crimi e Casaleggio era nell’aria, ed ora che è definitivo, i figli pentastellati devono tirare le somme per poter ripartire. Ovviamente Conte sembra ancora il collante e l’unico che potrebbe cercare di ricostruire un movimento che dalla sua fondazione ha avuto tanti cambi di muta.

L’annuncio di Vito Crimi è la prefazione di una svolta che, seppure ampiamente annunciata da mesi di crisi e settimane di addii, è destinata a cambiare profondamente la natura del Movimento 5 Stelle. Il tormentone delle regole è ormai una specie di Comma 22 alla grillina: per cambiare è necessario abbandonare Rousseau ma per riscrivere lo statuto bisogna passare per la piattaforma di Davide Casaleggio.

Il fattore di ogni divorzio, come ben sappiamo, sono sempre gli assegni di mantenimento. Triste ma reale. E anche in questo caso il fattore economico sbuca fuori velocemente. Crimi ha comunicato ai parlamentari e gli altri eletti che fin dal mese corrente non sono più tenuti a versare l’obolo di 300 euro all’associazione Rousseau. Il M5S si doterà di un sito autonomo che intende gestire direttamente. Conte ancora una volta, quasi fosse una maledizione, si ritrova di nuovo nel bel mezzo di una bufera cercando di trovare le coordinate per trovare la direzione giusta.

Vedremo cosa uscirà in questa conferenza e se Conte sarà riuscito a risanare i punti dolenti del Movimento 5 Stelle.

Letture Consigliate