Bollettino 11 dicembre 2020
pixabay

Bollettino ufficiale di oggi 11 dicembre 2020. 18.727 i nuovi contagiati, 761 i morti. Oltre 24mila i guariti, ricoveri in calo

Il Bollettino ufficiale di oggi 11 dicembre 2020 con i dati relativi alla situazione epidemiologica nel nostro paese riporta 18.727 nuovi positivi al Coronavirus su 190.416 tamponi effettuati. Aumenta il numero dei test eseguiti rispetto a ieri e diminuisce il numero di quelli attualmente positivi (6mila circa). I decessi sono 761 (-126 rispetto a ieri) che confermano una calo, sebbene essi rappresentino un valore ancora molto alto. Diminuiscono i ricoveri in terapia intensiva (-26) e nei reparti covid (-526).

La Lombardia è ancora la prima regione per quanto riguarda i pazienti in ricovero ospedaliero (5.417), seguita da Piemonte (4.005),  Lazio (3.026), Emilia-Romagna (2.812), Veneto (2.566), Campania (1.828), Puglia (1.595). In fondo alla lista, tra le regioni meno colpite dall’epidemia troviamo la Valle D’Aosta con 88 pazienti ricoverati e Molise con soli 50.

Esaminando i dati sui contagi, in Veneto i nuovi positivi sono stati oggi 3.883, in Lombardia 2.938, in Puglia 1.813, in Piemonte 1.553, in Campania 1.340, in Lazio 1.230, in Emilia-Romgna 1.211, in Sicilia 999.

Tra le città più colpite molte quell del nord, tra le quali compaiono Bari, Napoli, Catania e Caserta con il numero più elevato di contagi.

Articolo precedenteLamorgese negativa al Covid: il test era un falso positivo
Prossimo articoloBarbara D’Urso scenderà in politica? E’ bufera su Twitter
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.