bollettino Coronavirus Sardegna

La Sardegna diventa la prima regione ad entrare in zona bianca. L’Isola ha l’indice RT più basso di tutta Italia, che si attesta sullo 0.68


I numeri sono da zona bianca, e la Sardegna è la prima regione a ottenere le misure di contenimento minime. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato oggi l’ordinanza, che entrerà in vigore dopo che per la terza settimana consecutiva nell’isola le cifre sono state confortanti. Infatti, queste ultime hanno giustificato una riduzione delle misure di contenimento della pandemia. L’RT è il più basso in tutta Italia, e si attesta sullo 0.68. Inoltre, nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 70 nuovi casi, con un tasso di positività sceso all’1,7%.

Potrebbe interessarti:

I decessi, durante la giornata di ieri in Sardegna, sono stati ancora alti. Si tratta di cinque morti, ma sono calati sotto i 250 i posti letto occupati da pazienti Covid negli ospedali sardi (-5) nei reparti di medicina, mentre è rimasto invariato il numero di ricoverati nelle terapie intensive. L’isola da tre settimane registra meno di 50 casi ogni 100mila abitanti e rientra perciò nei parametri per la zona bianca. In zona bianca andrebbero comunque sempre osservate rigidamente le norme sull’obbligo di mascherina e di distanziamento nei luoghi pubblici sia al chiuso che all’aperto.

A frenare però l’ordinanza del ministro Roberto Speranza, ci sono alcuni focolai dove si registra la diffusione della variante inglese del virus. Bono, comune del centro nord dell’isola, La Maddalena, a nord est e San Teodoro, sulla costa nord orientale, sono ricorsi alla chiusura totale. Nell’isola dell’Arcipelago Maddalenino sono stati registrati ieri 33 casi, dei quali 10  di variante inglese, troppi per 10.800 abitanti. Dunque c’è bisogno di massima prudenza anche in Sardegna.

Letture Consigliate