Covid, ipotesi coprifuoco alle 22 e didattica a distanza

Attualità Covid, ipotesi coprifuoco alle 22 e didattica a distanza

Aumentano i positivi al Covid, il governo pensa ad una nuova stratta: ipotesi di coprifuoco a partire dalle 22 e didattica a distanza

Peggiora la situazione Covid in Italia, così il governo riflette su un possibile coprifuoco. Bar e locali chiusi a partire dalle 22 e nessuno in strada dopo quell’ora, potrebbe essere questo lo scenario che delineerà l’esecutivo. Questo provvedimento sarebbe adottato per fermare la movida e ridurre gli assembramenti.

- Advertisement -

In queste settimane i numeri dei positivi al Covid stanno aumentando sempre di più, a risentirne sono soprattutto le strutture ospedaliere. A questi ritmi tutti temono una situazione analoga a quella che si è presentata marzo. Per questo motivo il governo vara continue misure restrittive. A pochi giorni dal nuovo decreto Conte mette infatti al vaglio l’ipotesi del coprifuoco e del ritorno alla didattica a distanza. 

Domani si riunirà il Consiglio dei ministri e se l’idea supererà le resistenze della parte più cauta del governo, un nuovo provvedimento potrebbe imporre un’ulteriore stretta. Sulla falsariga dei provvedimenti adottati in Francia, Conte sarebbe favorevole a imporre un coprifuoco. Per mitigare la situazione contagi Covid nelle scuole il Pd inoltre ha proposto di arrivare al 50% di didattica digitale alle superiori, alternando casa e scuola, tra i 5 Stelle il sospetto è che chiudere le scuole sia “una strategia per bloccare il concorso”.

- Advertisement -
Adelaide Senatore
Adelaide Senatore
Studentessa in Scienze Politiche appassionata di giornalismo, musica e letteratura.

Covid-19

Italia
222,241
Totale di casi attivi
Updated on 25 October 2020 - 19:43 19:43