Primavera, Casertana
Twitter @LegaProOfficial

Richiesto intervento alla Federcalcio per permettere vaccini Covid in tempi rapidi alle squadre. Il parere di Ghirelli, presidente di LegaPro

Il Covid colpisce tutti indiscriminatamente, ed è per questo che la preoccupazione è palpabile anche nelle serie minori. Il presidente di LegaPro Francesco Ghirelli dice la sua sulla possibilità di vaccinare i calciatori.

“Pur essendo per il rispetto delle libertà di ciascuno, il 19 dicembre ho dichiarato che renderei il vaccino obbligatorio per il nostro mondo. In questo caso la scelta personale deve cedere il passo al bene collettivo. Per quanto riguarda le vaccinazioni, le autorità sanitarie europee e nazionali hanno stabilito delle priorità e a quelle dobbiamo attenerci.

 Da parte nostra, dobbiamo insistere per un lavoro continuo di prevenzione, informazione ed educazione così come stiamo facendo da tempo, fin dal momento in cui abbiamo ripreso a giocare. I controlli e lo screening a cui sottoponiamo il cosiddetto gruppo squadra forniscono dati utili anche per un contesto al di fuori del calcio e questi dati sono a disposizione. Il maledetto virus è subdolo ed insidioso ma chi segue le corrette pratiche di prevenzione ha maggiori difese”.

Le parole di Ghirelli fanno eco a quelle del presidente dell’Olbia, Alessandro Marino, che chiede soluzioni rapide per il problema Covid. Un intervento della Federcalcio ora è assolutamente necessario per permettere un costante e sicuro monitoraggio della andamento del Coronavirus. Estremamente chiara la posizione di Ghirelli, quindi, che si mostra fermo e sicuro sulle sue posizioni.