Coronavirus, Cristiano Ronaldo dona 35 posti letto in Portogallo



Cristiano Ronaldo
Foto: Instagram Maria Dolores

Dopo la fake news sugli hotel concessi come ospedali, arriva la donazione di Cristiano Ronaldo: 35 posti letto in terapia intensiva al Portogallo

Cristiano Ronaldo vuole “riscattarsi” dopo la fake news circolata nei giorni scorsi sulla presunta trasformazione dei suoi hotel in Portogallo come ospedali per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

Adesso però CR7 fa sul serio e ha deciso di “scendere in campo” per donare 35 posti letto per la terapia intensiva al suo paese, distribuiti nei vari reparti sanitari (da Oporto a Lisbona). A dare l’annuncio di questa iniziativa è uno dei distretti che ha ricevuto il dono dal fuoriclasse portoghese: “Questa unità consentirà l’apertura di 15 letti di terapia intensiva, completamente equipaggiati con ventilatori, monitor e altre attrezzature. Il Centro Hospitalar Universitário do Porto ringrazia Cristiano Ronaldo e Jorge Mendes per questa utilissima iniziativa, in un momento in cui tutti i paesi ne hanno tanto bisogno”. 

Dunque anche il suo procuratore Jorge Mendes ha collaborato in questa importante iniziativa di Cristiano Ronaldo. Le strutture che riceveranno i posti letto sono l’Ospedale Santo António, ad Oporto, (15 posti) e l’Hospital de Santa Maria di Lisbona (20). Un importante gesto per far sentire la propria vicinanza in questo momento di emergenza per il Coronavirus ed anche per dare una mano alle strutture sanitarie del paese.

Leggi anche